Scuola palestinese a rischio di demolizione!

  • Print


header-logo-en

Data di pubblicazione dell'appello: 20.10.2011

Status dell'appello: aperto

UA:118/11 ASA 17/021/2011

Khan al-Ahmar school in the Jahalin Bedouin encampment© Amnesty International
Khan al-Ahmar school in the Jahalin Bedouin encampment© Amnesty International

Una scuola elementare per i bambini palestinesi beduini nella zona di Gerusalemme sta per essere distrutta, dopo che coloni israeliani hanno fatto pressione sui militari affinché procedessero con la demolizione. Questa demolizione potrebbe avvenire in qualsiasi momento, lasciando senza scuola circa 70 bambini della tribù araba dei jahalin. Sono anche previste a breve demolizioni di alcune case di beduini della zona.
 
Il piano di demolizione della scuola jahalin fa parte di una più ampia campagna di espulsioni forzate di beduini che risiedono nella zona est di Gerusalemme, vicino agli insediamenti israeliani di Maale Adumim e Kfar Adumim. Questi due insediamenti, come tutti gli altri nei Territori palestinesi occupati, sono illegali in base al diritto internazionale. La scuola viene utilizzata da diverse comunità beduine di al-Ahmar Khan, che si trova nella zona C della Cisgiordania, dove Israele ha il pieno controllo civile e militare. Queste comunità beduine subiscono continue vessazioni da parte delle autorità militari israeliane e dei coloni israeliani.

L'1 agosto 2011, un gruppo di coloni dell'insediamento di Kfar Adumim ha presentato una petizione all'Alta corte di giustizia di Israele chiedendo all'esercito di spiegare il motivo per cui non aveva proceduto alla demolizione della scuola. La petizione citava un ordine di demolizione emesso dalle autorità militari israeliane nel giugno 2009, sulla base della considerazione che la scuola era stata costruita senza un permesso ufficiale, anche se è praticamente impossibile per i palestinesi  della zona C ottenere un permesso di costruzione da parte delle autorità israeliane.
 
Ad alcune famiglie di Khan al-Ahmar sono già state demolite case e ovili. A luglio 2011, l'Amministrazione civile ha confermato gli ordini di demolizione per 12 strutture abitative e quattro recinti per animali nella comunità. Una petizione contro queste demolizioni è in attesa di giudizio presso l'Alta corte di giustizia di Israele. Khan al-Ahmar è una delle 20 comunità della periferia di Gerusalemme destinate a essere espulse forzatamente dall'esercito israeliano.

L'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari ha reso noto che l'esercito israeliano ha recentemente approvato un progetto per espellere 2300 beduini dell'area municipale dell'insediamento di Maale Adumim, dove vivono dal 1948, senza consultarli.

 (14.32 KB)Leggi le informazioni aggiuntive (14.32 KB)

Minister of Defence
Ehud Barak   
Ministry of Defence
37 Kaplan Street, Hakirya    
Tel Aviv 61909, Israel           
Fax: +972 3 691 6940/ 696 2757
Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  
 

Egregio ministro,
 
sono un simpatizzante di Amnesty International, l'Organizzazione non governativa che dal 1961 agisce in difesa dei diritti umani, ovunque nel mondo vengano violati.
 
Le chiedo di fermare immediatamente la demolizione della scuola dei jahalin, perché se accadesse sarebbe una violazione al diritto all'istruzione.

Le chiedo di annullare tutti gli ordini di demolizione per le case e ovili ad Khan al-Ahmar.

La sollecito a sospendere tutti i piani di espulsioni forzate dei beduini che vivono nella zona C della Cisgiordania.

La invito a fermare immediatamente la costruzione e l'espansione degli insediamenti israeliani e le relative infrastrutture nei Territori palestinesi occupati, come primo passo in vista del trasferimento dei civili israeliani da questi insediamenti.
 
La ringrazio per l'attenzione.

 (5.15 KB)Scarica l'appello in favore della scuola dei jahalin (5.15 KB)

 

http://www.amnesty.it/scuola_palestinese_a_rischio_demolizione