Gruppi ebraici

Centro Peres "per la pace"

22 ottobre 2011

Gentile Pastore Ricca,

alcuni (non moltissimi) anni fa la Regione Piemonte si era lasciata convincere ad assegnare un micro-finanziamento all'ambulatorio del villaggio di Marda, vicino a Salfit, in Cisgiordania. La colonia soprastante, quella di Ariel, aveva già provveduto a confiscare al villaggio buona parte della terra, e degli olivi, sbarrandone l'accesso ai legittimi proprietari. Quando sono andata a vedere, una rete impediva agli abitanti di accedere allo stradone; per accedere all'altra strada si doveva oltrepassare un cancello, chiudibile a piacere dall'esercito israeliano. L'ospedale più vicino era a Nablus, a una ventina di chilometri; ma i posti di blocco (tre) rendevano raggiungerlo un'impresa, compiuta solo nei casi di emergenza. Così, Rete-ECO si era fatta tramite, con la Regione, dell'invio di un micro-sostegno all'ambulatorio per mamme e bambini.

Read more: Centro Peres "per la pace"

Biblia

29 Ottobre 2011

 

Gent. Dr.sa Canarutto,

la presidente di Biblia mi ha girato la sua appassionata lettera. Lo ha fatto anche perché, nella mia qualità di direttore responsabile del Notiziario, sono, di fatto e di diritto, il primo a essere soggetto alle sue rimostranze.

Il testo da lei criticato va inquadrato in un viaggio che, per la prima volta tra quelli effettuati da Biblia, prevedeva la visita anche ai territori palestinese. Nel corso di essa vi è stato anche un incontro con un alto funzionario OLP. La voce ebraico-israeliana che avevamo individuato era quella di Della Pergola, soprattutto a per l'attenzione da essa prestata ai fondamentali aspetti demografici. All'ultimo momento l'incontro è saltato e Della Pergola ci ha inviato il testo ora pubblicato (1). Avendolo riassunto nel corso del viaggio, molti dei partecipanti hanno espresso il desiderio di poterlo leggere in modo più completo e disteso. Mi è così venuta l'idea di stamparlo sul Notiziario. Come sa meglio di me, ci sono da parte israeliana voci ben più radicali e intolleranti di quella di Della Pergola; ritengo perciò che l'ascolto di un autorevole esponente israeliano che indica, pur in detereminati limiti, la via dello scambio di territori per la pace non andrebbe demonizzata, anche se, è ovvio, può essere discussa e criticata.

Read more: Biblia

Oscenità


A Biblia
 via A. da Settimello 129
Firenze


Torino, 27 ottobre 2011

Spettabile Biblia,

faccio parte della Vostra associazione ormai da anni. Vi ero entrata per la passione per il testo biblico nata dalla frequentazione di Agape, che pure aveva fatto sì che mi iscrivesssi di nuovo all'università, per studiare laicamente le religioni.
Purtroppo da tempo riesco poco a occuparmi di Bibbia: l'intensa attività informativa nella Rete degli Ebrei contro l'Occupazione assorbe quasi tutto il tempo libero dal lavoro medico in ospedale. Mi rendevo conto, purtroppo, leggendo il notiziario, di quanto divergessero dalle mie le vostre posizioni su Israele e Palestina, ma l'ultimo numero che ho ricevuto è stata una mazzata. Mi riferisco in particolare al testo di Della Pergola (1), che mi domando tra l'altro cosa c'entri con gli obiettivi che Biblia si prefigge.

Read more: Oscenità

A View from the Villa

29 October 2011

Dear Avnery, and the other friends of Gush Shalom,

I am a constant reader of your comments on the Middle East events, and a supporter of the Palestinian rights (all the rights, including the return of those expelled from their land in 1947-48) and liberation, and of all the Israelis who stand for this struggle. For this very reason, I cannot accept some of the historical mistakes evident in Uri's article on Gaddafi killing, "A View from the Villa". I will just list them briefly:
1) Avnery writes: "When the partisans caught the fleeing Benito Mussolini, he pleaded piteously for his life, but they killed him on the spot together with his mistress. Their bodies were thrown into the street, kicked and spat upon by the crowd, and then hanged by their feet from meat hooks from the roof of a gas station, where the public threw stones at them for days on end. I don’t remember anybody in civilized Europe protesting". This is incorrect. Months before his capture, Mussolini had  been put under trial by the Comitato di Liberazione Nazionale, the provisory, underground government set up by the Resistence in the nazi-occupied Italy. He was condemned for war crimes, and according to the sentence was executed when captured by the partisans while trying to escape to Switzerland with a couple of trucks laden with the gold marriage rings of the Italians. The war crimes of Mussolini and his associates, the support to the nazi occupiers, including being accomplice in torture and killings, were proven beyond any doubt by overwhelming evidence. I was living in this Country in  those days, and those events were part of our life. This is now part of the history, and can be found in reliable text books, written by a large number of historians.

Read more: A View from the Villa

Centro Peres

 

Egregio Pastore Ricca

c/o Chiesa Evangelica Valdese

Corso Vittorio Emanuele 23, Torino

 

Milano, ottobre 2011

 

Egregio Pastore Ricca,

Da molti anni attribuisco il mio 8 per mille alla Chiesa Valdese, sebbene io non sia Valdese, perché ero persuaso che la vostra Chiesa utilizzasse quanto riceve dai contribuenti per opere di assistenza umana, senza trattenere nulla per le proprie attività di culto o le proprie necessità.

Read more: Centro Peres

Subcategories