Documenti

Falsa colomba, falco autentico

il Manifesto, 14 giugno 2007

Shimon Peres finalmente ha vinto qualcosa: ora è il capo dello Stato. Allegria
Shimon Peres, un vecchio falco incallito che è riuscito a convincere i creduloni e i finti ingenui di mezzo mondo di essere una colomba favorevole alla pace con i palestinesi (fra l'altro è il padre dell'armamentario nucleare israeliano, completamente fuorilegge, e dell'espansione selvaggia degli insediamenti ebraici nei territori occupati), è riuscito a coronare la sua ambizione e farsi eleggere capo dello Stato ebraico. Al secondo scrutinio alla Knesset, dopo il ritiro dei due altri due concorrenti, ha avuto 86 voti. Dopo una vita da «eterno secondo», nonostante sia stato due volte primo ministro e attualmente il vicepremier di Olmert, finalmente, a 83 anni suonati, ha vinto qualcosa, anche se in Israele il capo dello Stato conta poco e niente. Scontati i peana di giubilo dei suoi amici (i finti ingenui): Veltroni («nuova speranza di pace»), Rutelli («uomo di pace»), Umberto Ranieri dei Ds («non si poteva scegliere di meglio»), il nunzio vaticano mons. Franco («una autorità morale») e via salmodiando.

A Gaza è la guerra civile

il Manifesto, 13 giugno 2007

Episodi di brutalità estrema di una fazione contro l'altra, senza più regole, senza limiti. Abu Mazen accusa Hamas di preparare un golpe, Hamas accusa Mohammed Dahlan, boss di Al Fatah, di tirare le fila (per conto terzi). Il governo di unità nazionale verso la dissoluzione. Come la Palestina

Lire la suite : A Gaza è la guerra civile

Noi palestinesi popolo dell'assurdo

il Manifesto, 29 maggio 2007

 

Mahmud Darwish ci parla della tragica situazione della sua gente, a cui un mondo «annoiato» che non produce che «odio» ha voltato le spalle lasciandola sola
«Noi palestinesi siamo entrati in una fase assurda: l'assurdità dei soldati che in battaglia si ammazzano fra loro. Un'assurdità fatale. I significati ci sfuggono, la strada ci sfugge, la nostra stessa immagine ci sfugge». Così il grande poeta palestinese Mahmud Darwish torna a parlare del suo popolo con il manifesto.

Lire la suite : Noi palestinesi popolo dell'assurdo

Rights groups: Shin Bet torturing jailed Palestinians

A report released Sunday by two human rights organizations charges that the Shin Bet security service is employing "irregular" interrogation methods including physical pressure and torture, despite High Court rulings barring such practices.

Lire la suite : Rights groups: Shin Bet torturing jailed Palestinians

Utterly Forbidden: The Torture And Ill-Treatment Of Palestinian Detainees

In recent years, Israel has openly admitted that ISA (formerly the General Security Service) interrogators employ "exceptional" interrogation methods and "physical pressure" against Palestinian detainees in situations labeled "ticking bombs". B'Tselem and HaMoked - Center for the Defence of the Individual have examined these interrogation methods and the frequency with which they are used, as well as other harmful practices. The report's findings are based on the testimonies of 73 Palestinian residents of the West Bank who were arrested between July 2005 and January 2006 and interrogated by the ISA. Although it is not a representative sample, it does provide a valid indication of the frequency of the reported phenomena.

Lire la suite : Utterly Forbidden: The Torture And Ill-Treatment Of Palestinian Detainees