Documenti

In the war of words, The Times is Israel's ally

The paper consistently adopts Israel's language, giving credence to an inaccurate, simplistic and dangerous cliche.
 
By Saree Makdisi, a professor of English and comparative literature at UCLA, writes frequently about the Middle East.
'AS SOON AS certain topics are raised," George Orwell once wrote, "the concrete melts into the abstract and no one seems able to think of turns of speech that are not hackneyed: Prose consists less and less of words chosen for the sake of their meaning, and more and more of phrases tacked together like the sections of a prefabricated henhouse." Such a combination of vagueness and sheer incompetence in language, Orwell warned, leads to political conformity.

Lire la suite : In the war of words, The Times is Israel's ally

Israeli government erases the Bedouin Village of Twail again

March 07, 2007

Lire la suite : Israeli government erases the Bedouin Village of Twail again

Again, hundreds of police people congregated by the city of Rahat. Again, they accompanied the demolishing bulldozers. Again the drove by the train tracks on their way to the village of Twail Abu-Jarwal. And again – the destruction, the violence, and the pain they leave behind.

Lire la suite : Israeli government erases the Bedouin Village of Twail again

Lettera di dimissioni dal popolo ebraico

Tikkun, gennaio/febbraio 2005

A volte dobbiamo interferire. Quando vite umane sono in pericolo, quando la dignità umana è minacciata, i confini e le sensibilità nazionali divengono irrilevanti. Ogni qual volta uomini o donne sono perseguitati per razza, religione od opinioni politiche, quel luogo deve – in quel momento – diventare il centro dell’universo.
-Elie Wiesel (Discorso di Accettazione del Premio Nobel per la Pace, 10 dicembre 1986)

Non ti sei mai chiesto quale sarebbe stato il tuo ultimo pensiero prima di morire, o prima di credere di morire? Bene, io sì: alcuni anni fa, nei momenti di declino della consapevolezza prima di andare sotto il bisturi per un intervento in cui avrei rischiato la vita, ho trovato la risposta. Mentre gli infermieri spingevano la barella in camera operatoria, sono diventato improvvisamente consapevole non, come ci si potrebbe aspettare, della paura di morire, ma di una terribile angst all’idea di morire da ebreo. Ero atterrito all’idea di concludere la mia vita con il cordone ombelicale ancora legato a un popolo con cui non posso più identificarmi. Che questo dovesse essere il mio ‘ultimo’ pensiero mi ha sorpreso molto, all’epoca, e mi sorprende ancora.

Lire la suite : Lettera di dimissioni dal popolo ebraico

Palestinians aside, what about the traffic in women?

During United States Secretary of State Condoleezza Rice's latest visit here, Meretz-Yahad MK Zahava Gal-On presented her a document from the United Nations showing that the Palestinian middle class is disappearing and that there is now another way to steal lands from the Palestinians.

Lire la suite : Palestinians aside, what about the traffic in women?

´Lotteremo per uno stato che sia di tutti i suoi cittadini'

Il leader di Adalah: con la Costituzione proposta dai palestinesi d'Israele chiediamo diritti per i profughi interni, bilinguismo, democrazia
Dopo mesi di lavoro un team di esperti di Adalah, il centro di assistenza legale per i palestinesi cittadini di Israele, ha diffuso la bozza di una «Costituzione democratica» volta a creare condizioni di piena uguaglianza tra i cittadini ebrei e arabi dello Stato di Israele. Il documento pur non parlando esplicitamente della creazione di uno Stato binazionale - un progetto politico che trova un largo sostegno tra i palestinesi di Israele - di fatto chiede che da «Stato ebraico» Israele si trasformi in uno «Stato democratico» per tutti i suoi cittadini. «L'interrogativo che la leadership politica di questo paese dovrà porsi in futuro non è chi è ebreo, come è avvenuto sino ad oggi, ma invece chi è cittadino», spiega l'avvocato Marwan Dalal, uno degli esperti che ha lavorato alla stesura della «Costituzione democratica». Abbiamo raggiunto telefonicamente Dalal ieri a Shefa'amr, in Galilea.

Lire la suite : ´Lotteremo per uno stato che sia di tutti i suoi cittadini'