Truppe israeliane a Gaza, massacro di civili

Reuters, 4 Gen

b_300_189_16777215_00_images_stories_fumo-si-leva-gaza-dopo-attacco-aereo-israeliano.jpg

Fumo si leva a Gaza dopo un attacco aereo israeliano



Le truppe e i tank israeliani oggi hanno invaso la Striscia di Gaza e ne hanno circondato la principale città in un'offensiva contro i militanti di Hamas, ma i civili intrappolati nell'enclave stanno subendo un vero e proprio massacro.

I tank hanno sparato sulle presunte posizioni di militanti e aerei da guerra hanno colpito dall'alto, mentre i militanti di Hamas rispondevano con colpi di mortaio e razzi. Le salve di razzi di Hamas hanno colpito anche il sud di Israele.

L'invasione nella notte del territorio di Gaza controllato da Hamas ha fatto seguito a una settimana di bombardamenti israeliani da terra, mare e cielo che non sono riusciti a porre fine al lancio di razzi da parte di Hamas sul sud di Israele.

Almeno 34 palestinesi, per lo più civili, hanno perso la vita oggi mentre gli israeliani sparavano sulle case e sul principale distretto commerciale di Gaza, riferiscono fonti sanitarie. Ha così superato quota 500 il numero delle vittime palestinesi nei nove giorni della "Operazione piombo fuso".

Un soldato israeliano è stato ucciso e altri 32 sono rimasti feriti nell'offensiva terrestre, riferisce Israele. Finora erano quattro gli israeliani uccisi dai razzi di Hamas dallo scorso 27 dicembre.

Fonti israeliane dicono che l'offensiva potrebbe durare diversi giorni.

"Il governo ha fatto di tutto prima di decidere di lanciare l'operazione. Questa era un'operazione inevitabile", ha detto il primo ministro Ehud Olmert.

Gli appelli a un cessate il fuoco da Stati Uniti, da altri governo, dalle Nazioni Unite e dal Papa non hanno ottenuto risultati.

TAGLIATO IL TERRITORIO DI GAZA

Israele ha allontanato i corrispondenti stranieri da Gaza. Ma testimoni palestinesi dicono che Israele punta a tagliare Gaza in due. Truppe e blindati hanno assediato la stessa Gaza City.

L'aviazione israeliana ha colpito decine di obiettivi, inclusi tunnel per il contrabbando di armi, depositi di armi e postazioni di mortaio.

Un medico straniero della Croce Rossa ha detto: "Si uccidono i civili... i proiettili stanno ferendo le gambe, delle persone, le schegge entrano nei corpi e nelle case... Sono tutti terrorizzati".

Il pesante bilancio di vittime civili nel territorio che conta un milione e mezzo di residenti potrebbe fare ulteriormente crescere la pressione internazionale su Israele perché sospenda l'operazione, la più massiccia a Gaza in quarant'anni.

Ma il conflitto comporta anche rischi politici per i leader israeliani in vista delle elezioni del 10 febbraio.

Un portavoce del braccio armato di Hamas, le Brigate Izz el-Deen al-Qassam, ha detto che militari israeliani moriranno o saranno presi in ostaggio.

"Il nemico sionista deve sapere che la sua battaglia a Gaza è perdente", ha detto il portavoce Abu Ubaida.

Si stima che Hamas abbia circa 25mila combattenti. Israele non ha rivelato quanti militari siano impegnati nell'operazione, ma migliaia di riservisti sono stati allertati.



http://it.notizie.yahoo.com/4/20090104/tts-oittp-gaza-4gen-ca02f96.html