Italia

Un drone per Khan al Ahmar

il Manifesto,28.2.2014

Un piccolo velivolo senza pilota ha avvertito l'esercito israeliano dell'arrivo delle attrezzature per il gioco donate dalla cooperazione italiana ai beduini Jahalin. Tutto il materiale è stato sequestrato dai militari

«Era­vano lì a par­lare tran­quil­la­mente con Abu Kha­mis e i rap­pre­sen­tanti della comu­nità beduina Jaha­lin, a Khan al Ahmar. Ave­vamo por­tato con noi le attrez­za­ture di gioco per i bam­bini donate dalla coo­pe­ra­zione ita­liana e nell’accampamento il clima era gio­ioso, sereno, quello di una gior­nata di festa». Robert — non è il nome vero – parla a bassa voce, ci chiede di non rive­lare la sua iden­tità. «All’improvviso — aggiunge – si è sen­tito un rumore, un forte ronzio…abbiamo alzato lo sguardo e con sgo­mento abbiamo visto girare sulle nostre teste un strano veli­volo, grande come un tele­vi­sore e dotato di tele­ca­mere. Girava sopra di noi a non più di 5–6 metri d’altezza».

Read more: Un drone per Khan al Ahmar

Trascura ascesso dentale perché senza soldi, ragazza di 18 anni muore a Palermo

Corriere del Mezzogiorno, 10 febbraio 2014

 

Avrebbe avuto uno «shock settico polmonare»
La Procura ha aperto un'inchiesta

 

 

«L'11% degli italiani rinuncia alle cure perchè non ha le possibilità economiche, e nel caso delle visite odontoiatriche la percentuale sale al 23% - denuncia il segretario nazionale Codacons, Francesco Tanasi - In Sicilia la situazione è addirittura peggiore. Chi non può permettersi un medico privato, si rivolge alla sanità pubblica, settore dove però le liste d'attesa sono spesso lunghissime, al punto da spingere un numero crescente di utenti a rinunciare alle cure».

Read more: Trascura ascesso dentale perché senza soldi, ragazza di 18 anni muore a Palermo

Cultura è libertà presenta una campagna per la Palestina - Video

febbraio 2014

Read more: Cultura è libertà presenta una campagna per la Palestina - Video

Rehn: "L'Italia deve privatizzare tutto"

senza soste, 26 gennaio 2014

88a9ce90219d8f570668e5ca4f42e98f_L.jpg

Nessuno pensi che il proprio paese sia governabile secondo gli interessi specifici della sua popolazione, struttura sociale o industriale. “La linea” piove dall'alto come nemmeno nel “blocco sovietico” del secolo scorso.

Read more: Rehn: "L'Italia deve privatizzare tutto"

Clima da rissa alla Comunità ebraica di Roma, scissione in vista?

Gad Lerner, 15 gennaio 2014

La Comunità ebraica di Roma ha organizzato ieri sera un dibattito sul libro “La Sinistra ed Israele”, moderato da Lucia Annunziata, a cui hanno partecipato Emanuele Fiano, deputato del Pd, e il direttore di “Limes” Lucio Caracciolo. La serata è stata caratterizzata dalla forte contestazione di alcuni esponenti della Comunità ebraica, sostenitori del presidente Pacifici. Alcuni testimoni lamentano episodi al limite dell’aggressione fisica, portati nei confronti di chi esponeva una tesi diversa rispetto alla loro, prevalente all’interno della stessa Comunità Ebraica. Uno dei storici leader dell’anima progressista dell’ebraismo romano, Giorgio Gomel, non ha potuto neppure parlare. In sala è comparso uno striscione, “Torna a Gaza, Giorgio”, che ha cristallizzato il clima minaccioso dell’intera serata. Anche il giovane rappresentante del Partito Democratico di Roma, Tobia Zevi, non ha potuto intervenire, in seguito alle contestazioni subite da alcuni presenti in sala. Gomel e lo stesso Zevi sono dovuti uscire dalla sala sotto la protezione della polizia, intervenuta per calmare una situazione degenerata sin dall’inizio. Il clima di accesa contrapposizione, da alcuni testimoni lamentato come violento, è stato tale che lo stesso Lucio Caracciolo non ha potuto concludere il suo intervento.

Read more: Clima da rissa alla Comunità ebraica di Roma, scissione in vista?

Additional information