Siria

M.O., la polio torna a fare paura

 

Un focolaio in Siria rischia di scatenare un'epidemia in tutti i Paesi della regione, dove si rifugiano i profughi. Paura in Libano che accoglie 1.4 milioni di siriani

 

16 novembre 2013

NEWS_172289.jpg

Roma, 16 novembre 2013, Nena News - La poliomielite torna a fare paura nel vicino Oriente. Dopo le notizie di casi riscontrati in Siria nelle ultime settimane, si sta preparando una campagna di vaccinazione che dall'Egitto alla Turchia, passando per tutti i Paesi dove stanno cercando riparo i profughi siriani in fuga dalla guerra, raggiunga oltre 22 milioni di bambini sotto i cinque anni.

Read more: M.O., la polio torna a fare paura

Siria, fonti Usa confermano attacco aereo Israele

 

La notizia era stata data ieri da alcune televisioni arabe. Nel corso della notte un funzionario dell'Amministrazione Obama ha confermato l'attacco.

 

1 novembre 2013

NEWS_169784.jpg

Roma, 1 novembre 2013, Nena News - Come era avvenuto in passato la conferma dei raid compiuti dall'aviazione israeliana contro la Siria e' arrivata dagli Stati Uniti. Un funzionario dell'amministrazione Obama la scorsa notte ha detto alla Cnn che effetivamente "aerei militari di Israele" hanno colpito ieri una base siriana nei pressi della citta' portuale Latakia, cosi' come avevano riferito ieri diverse televisioni arabe. Secondo la fonte americana, il raid aveva l'obiettivo di "impedire il trasferimento di missili" a Hezbollah. La stessa motivazione usata da Israele per giustificare tutti gli attacchi aerei contro la Siria compiuti dall'inizio dell'anno.

Read more: Siria, fonti Usa confermano attacco aereo Israele

I palestinesi e la Siria

 

C'e' divisione sulla crisi siriana. Ma tutti i maggiori gruppi palestinesi hanno espresso la loro opposizione a un attacco Usa a Damasco.

 

14 settembre 2013

NEWS_161231.jpg


Roma, 14 settembre 2013, Nena News - Una ricostruzione della storia della Siria, delle sue tradizioni e delle sue peculiarità rispetto ai vicini d'area non potrebbe prescindere dall'analisi delle minoranze etniche presenti sul suo territorio. Nell'attuale situazione di guerra civile sembra, quindi, necessario prendere in considerazione quelle entità sociali che della Siria hanno dovuto fare la loro casa. Se nel nord l'analisi si incentrerebbe sulla popolazione curda, da sempre presente ed obbligata ad un'integrazione coatta, nelle aree centrali e meridionali risulta fondamentale approfondire la realtà dei campi profughi palestinesi.

Read more: I palestinesi e la Siria

Siria, Londra abbandona Obama

 

Il Parlamento britannico dice no all'intervento contro Damasco. Mosca rafforza la flotta militare nel Mediterraneo. Washington alla caccia di altri "volenterosi".

 

30 agosto 2013

NEWS_158718.jpg

AGGIORNAMENTO ore 13
LA FRANCIA PRONTA A INTERVENIRE

Il presidente francese Hollande, in un'intervista a Le Monde, si è detto pronto ad intervenire contro il regime di Damasco a fianco degli Stati Uniti: "Ogni Paese è sovrano e può decidere se partecipare o no all'operazione. Vale per la Gran Bretagna e vale per la Francia".

Roma, 30 agosto 2013, Nena News - La coalizione dei volenterosi, dieci anni dopo, non decolla. Il presidente Obama si arrampica sugli specchi del Palazzo di Vetro, dove Cina e Russia da due giorni bloccano qualsiasi tipo di discussione o risoluzione su un possibile attacco contro la Siria.

Read more: Siria, Londra abbandona Obama

Siria, il passo indietro di Obama

 

Il presidente Usa rinvia il voto del Congresso e sospende l'attacco. Avanti con la diplomazia russa: Assad consegnerà le armi. La Francia presenta una sua risoluzione all'Onu.

 

NEWS_160714.jpg

AGGIORNAMENTO ore 13.30
ONU: CRIMINI DI GUERRA DA ENTRAMBE LE PARTI

In attesa del rapporto finale della missione Onu in Siria, previsto per lunedì prossimo, il commissione di inchiesta Onu sulla Siria ha rilasciato una dichiarazione nella quale afferma che entrambe le parti, regime ed opposizioni, hanno perpetrato crimini di guerra contro la popolazione civile.

dalla redazione

Roma, 11 settembre 2013, Nena News - Guerra rinviata. Obama fa un passo indietro e approfitta della proposta russa per evitare un conflitto che il mondo non ha mai accettato. Ieri nel discorso alla Nazione, in 17 minuti il presidente ha spiegato agli americani perché non attaccherà ora: "Lavoreremo con la Russia e la Cina ad una risoluzione Onu, perché la Siria mantenga la promessa di consegnare le armi chimiche".

Read more: Siria, il passo indietro di Obama

Additional information