SIRIA. Esercito abbatte drone israeliano nel Golan

22 dic 2014

Secondo Press Tv, il drone stava monitorando l’area mentre era in corso un’offensiva dell’esercito siriano contro un gruppo di miliziani. Israele nega, ma un rapporto delle Nazioni Unite conferma le abituali intromissioni di Tel Aviv contro Damasco al fianco dei ribelli

Roma, 22 dicembre 2014, Nena News – L’esercito siriano ha annunciato ieri di aver abbattuto un drone israeliano nella provincia di Quneitra, sulle alture del Golan siriano. A dare la notizia è stata l’agenzia di stato siriana Sana, citando una fonte militare, che ha specificato che si tratta di uno Skylark 1 colpito mentre sorvolava il villaggio di al-Hadar; secondo Press Tv, il drone stava monitorando l’area mentre era in corso un’offensiva dell’esercito siriano contro un gruppo di miliziani ribelli, ma l’esercito israeliano ha diffuso questa mattina un comunicato via radio in cui nega l’abbattimento di un suo veicolo pilotato a distanza.

L’abbattimento è avvenuto a due settimane dal raid di Tel Aviv intorno a Damasco e nell’aera al confine con il Libano, attacchi destinati – secondo i media – a colpire Hezbollah e un presunto carico di armi pesanti destinate al movimento libanese in provenienza dall’Iran. E’ diventata quasi una costante, nell’ultimo anno, l’intromissione di Israele nella vicina guerra civile siriana, tanto che un rapporto delle Nazioni Unite ha rivelato che Israele intrattiene da mesi contatti costanti e regolari con gruppi militanti di ribelli siriani.

Le Forze di Disimpegno degli Osservatori delle Nazioni Unite (Undof), dispiegate lungo le linee di armistizio sul Golan, hanno riferito che ufficiali israeliani e miliziani sostenuti dall’estero collaborano direttamente lungo la frontiera siriana negli ultimi 18 mesi. I peacekeeper hanno anche segnalato di aver visto i soldati israeliani aprire il confine e far entrare persone oltre a miliziani e civili siriani feriti che di solito vengono ricoverati negli ospedali di Safed e Nahariya.

La zona del Golan siriano è tornata a essere teatro di violenti combattimenti tra l’esercito siriano e i gruppi di ribelli, mentre dall’altra parte della frontiera, nella zona strappata da Israele alla Siria (circa 1.200 kmq, ndr) nella guerra dei Sei Giorni e annessa unilateralmente al resto del Paese nel 1981, Tel Aviv continua a cambiare il carattere fisico e demografico della regione. Il 5 dicembre scorso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha votato a favore di un richiamo a Israele perché rispetti la risoluzione del Consiglio di Sicurezza 497 (1981), risoluzione che statuisce che l’imposizione di Israele della sua legge e l’amministrazione delle alture del Golan occupate non hanno alcun effetto giuridico internazionale. Nena News

http://nena-news.it/siria-esercito-abbatte-drone-israeliano-nel-golan/#sthash.hVhjIjhw.dpuf

Additional information