Iran

Guerre nel 2011: attacco all'Iran


Cresce la tensione fra Washington e Tehran: il pericolo di un prossimo attacco militare israelo-americano contro l'Iran incombe dopo le "intollerabili" minacce di chiusura dello stretto di Hormuz in caso di nuove sanzioni


portaerei
portaerei
Roma, 29 dicembre 2012, Nena News – Bloccare lo stretto di Hormuz per dove passa il 40% del petrolio mondiale per l’Iran «è più facile che bere un bicchier d’acqua»; gli Stati uniti «non tollereranno che si chiuda lo stretto di Hormuz».

Tira una brutta aria, anche senza voler indulgere al catastrofismo e prendere per oro colato le parole di ieri che pure non sono di qualche scalmanato irresponsabile. La minaccia di chiudere Hormuz viene dal capo della Marina iraniana, l’ammiraglio Habibollah Sayyari, la minaccia di una risposta militare Usa (più appendici israeliana-europea) viene dal portavoce della quinta flotta, di stanza nel Bahrein.

Read more: Guerre nel 2011: attacco all'Iran

Alta la tensione nel Golfo. Oggi incontro Israele-ANP ad Amman


L’Iran ha provato con successo due nuovi missili balistici. Gli Usa varano nuove sanzioni contro il sistema finanziario di Tehran. Israeliani e palestinesi terranno un faccia a faccia in Giordania senza alcuna prospettiva


Hormuz
Hormuz
Roma, 03 gennaio 2011, Nena News – Si attendono le reazioni di Washington all’annuncio fatto ieri da Tehran  di aver lanciato «con successo» due missili da crociera nell’ultimo giorno delle manovre navali che ha svolto nel Golfo. Immediata è stata invece la replica della Francia che ha definito i test «un segnale molto negativo». Ma più che ai missili in queste ore si guarda soprattutto allo Stretto di Hormuz, il canale strategico per il traffico petrolifero via mare finito al centro dello scontro tra l’Iran e Stati Uniti. Tehran afferma di poterlo bloccare in risposta ad eventuali sanzioni contro l’esportazione del suo greggio. L’ammiraglio iraniano Mahmud Mousavi aveva preannunciato per ieri «un nuovo schieramento in formazione tattica» delle sue navi che avrebbe dimostrato la capacità di bloccare lo Stretto. Ma di questa mega-manovra poi non si è saputo nulla ed è opinione diffusa tra gli analisti che Tehran, in realtà, non ha alcuna intenzione di chiudere lo stretto perché sa che questa mossa  fornirebbe ai suoi nemici il pretesto per scatenera una guerra e per colpire le sue centrali nucleari.

Read more: Alta la tensione nel Golfo. Oggi incontro Israele-ANP ad Amman

Mossad chief: Nuclear armed Iran not an existential threat to Israel

wic-new-header8

December 29, 2011

 

Haaretz reported:

The ambassadors said Pardo did not comment on the possibility of an Israeli military assault on Iran.

“But what was clearly implied by his remarks is that he doesn’t think a nuclear Iran is an existential threat to Israel,” one of the envoys said.

Read more: Mossad chief: Nuclear armed Iran not an existential threat to Israel

Additional information