Gerusalemme

GERUSALEMME EST, se ai medici è proibito curare

15 apr 2014

Storia del medico Basel Nassar e di 54 suoi colleghi, la cui unica colpa è quella di essersi laureati all’università Al Quds


Gerusalemme, 15 aprile 2014, Nena News – In concomitanza della Pasqua ebraica, l’esercito israeliano ha imposto la chiusura dei Territori Occupati. I movimenti dei palestinesi saranno ristretti e limitati, eccetto che per i casi umanitari e d’emergenza.

Read more: GERUSALEMME EST, se ai medici è proibito curare

Tens of thousands of Palestinians without water for over a month

10 April 2014

b_350_0_16777215_00_http___www.middleeastmonitor.com_images_article_images_middle-east_palestinian-lady-filling-a-water-bottle-in-gaza.jpg

Some 55,000 Palestinians in the Shuafat refugee camp and the neighbourhoods of Ras El-Khaimah, Ras Shehadeh, Al-Awqaf and Daheyet As-Salam in East Jerusalem have had no water for over a month after the Israeli Gihon water company cut off the water supply without notice.

Read more: Tens of thousands of Palestinians without water for over a month

Gerusalemme, senza acqua ai palestinesi che vivono oltre il Muro

10 apr 2014

Da oltre un mese le decine di migliaia di palestinesi che vivono nel campo profughi di Shuffat e in altri sobborghi arabi sono senza acqua. Un problema che non affligge la vicina colonia israeliana di Pisgat Zeev

 – Il Manifesto

Gerusalemme, 10 aprile 2014, Nena News - I piatti e le pen­tole da lavare si accu­mu­lano nella cucina di Umm Kha­lil. “Mi scuso per il disor­dine ma non c’è acqua, fino alla scorsa set­ti­mana dal rubi­netto ne usciva un filo, almeno si riu­sciva a bere e a lavare poco alla volta bic­chieri e piatti, ma da due giorni è tutto secco”, si lamenta la donna. “E que­sto è nulla, per­chè non pos­siamo più lavarci, met­tere in fun­zione la lava­trice e soprat­tutto usare lo sciac­quone. E’ ter­ri­bile!”, aggiunge Umm Kha­lil spie­gando che per farsi la doc­cia è costretta ad andare a casa della sorella che, “Gra­zie a Dio”, rie­sce ad accu­mu­lare acqua durante la notte nei ser­ba­toi esterni, i “cilin­dri” neri visi­bili sui tetti di ogni casa pale­sti­nese. I ser­ba­toi dell’abitazione di Umm Kha­lil sono vuoti come lo sono quelli di quasi tutte le fami­glie di Shuf­fat, unico campo pro­fu­ghi di Geru­sa­lemme Est e una delle loca­lità pale­sti­nesi alla peri­fe­ria della Città Santa che da oltre un mese hanno pochis­sima acqua. Una con­di­zione che si è fatta insop­por­ta­bile con l’arrivo della pri­ma­vera e l’aumento delle tem­pe­ra­ture. “Gli israe­liani ci lasciano in que­sto stato, sino ad oggi non hanno fatto nulla di con­creto per aiu­tarci. Siamo costretti a com­prare l’acqua in bot­ti­glia per bere”, pro­te­sta Jamal al Malki, pro­prie­ta­rio di un nego­zietto di ali­men­tari tra le povere case del campo per rifu­giati, ricor­dando che la stessa Corte Suprema israe­liana ha dato 60 giorni di tempo alle auto­rità per risol­vere il pro­blema. Sino ad oggi però è cam­biato ben poco.

Read more: Gerusalemme, senza acqua ai palestinesi che vivono oltre il Muro

Gerusalemme, dove i medici palestinesi sono stranieri

10 apr 2014

La Corte distrettuale ha accolto la petizione di 55 dottori della scuola di medicina dell’Università “al-Quds”, a Gerusalemme est, a cui il Ministero della Salute israeliano vieta di sostenere gli esami di abilitazione

Roma, 10 aprile 2014, Nena  News – Da cittadini di serie b, ora sono diventati stranieri. Nonostante siano residenti a Gerusalemme est e abbiano conseguito la laurea in medicina presso l’Università al-Quds, posta entro i confini della città Santa annessa unilateralmente da Israele dopo il 1967. Il caso dei 55 medici palestinesi  a cui il Ministero della Salute israeliano aveva  impedito di lavorare in Israele è giunto qualche giorno fa a una svolta: la Corte distrettuale di Gerusalemme li ha autorizzati a praticare la medicina in cliniche e ospedali israeliani. Ma da stranieri.

Read more: Gerusalemme, dove i medici palestinesi sono stranieri

EU diplomats warn of regional conflagration over Temple Mount

logoGrey.gif

28.03.14

While 39 percent (372,000) of Jerusalem’s 800,000 residents are Palestinians, only some 10 percent of the municipal budget is allocated to them, the report says.

Read more: EU diplomats warn of regional conflagration over Temple Mount

Additional information