Dossier

URGE EUROPE TO COOPERATE WITH THE INTERNATIONAL CRIMINAL COURT ON PALESTINE

b_350_0_16777215_00_http___d22r54gnmuhwmk.cloudfront.net_photos_2_yq_xi_mSyQXImttdZDRKN-800x450-noPad.jpg

Why sign? To say no to Israel’s ongoing crimes.

Read more: URGE EUROPE TO COOPERATE WITH THE INTERNATIONAL CRIMINAL COURT ON PALESTINE

Palestina Solare

19 feb 2015

Un ingegnere di Gaza e alcuni scienziati italiani dell’ong Sunshine4Palestine, con un impianto ad energia fotovoltaica, hanno garantito corrente elettrica a un intero ospedale. Ora puntano ad illuminare una strada del campo profughi di Shate e propongono progetti “verdi” per acqua e depuratori.

– Il Manifesto

Gaza, 19 febbraio 2015, Nena News – L’ingegnere Hai­tham Gha­nem ha avuto una vita più o meno simile a quella di tanti altri pale­sti­nesi pro­fu­ghi. Costretto a lasciare il Kuwait durante la prima guerra del Golfo tra l’Iraq e gli “Alleati” — la prima delle tante coa­li­zioni messe in piedi da Washing­ton per le sue guerre in Medio Oriente — Gha­nem con pochi soldi in tasca arriva in Gior­da­nia, dove cono­sce sua moglie, per poi appro­dare, dopo una paren­tesi di studi negli Usa, in quel faz­zo­letto di terra pale­sti­nese che è la Stri­scia di Gaza. Da allora ha vis­suto assieme agli altri abi­tanti di Gaza tre grosse offen­sive mili­tari israe­liane e un numero ele­vato di attac­chi più con­te­nuti, ma non per que­sto poco deva­stanti e letali. L’ingegnere Gha­nem comun­que non si dispera. Ama descri­vere agli stra­nieri che vanno a tro­varlo le straor­di­na­rie capa­cità dei pale­sti­nesi di Gaza, quello sanno fare, costruire e rea­liz­zare, nono­stante le dif­fi­coltà quo­ti­diane, la mancanza di mezzi, il blocco impo­sto da Israele, l’isolamento pra­ti­cato dall’Egitto.

Read more: Palestina Solare

Roma: Negata aula a La Sapienza, e così anche la libertà di espressione

BDSItalia, 28 febbraio 2015

Comunicato stampa

 

La libertà di espressione vale solo per le vignette, non se si parla di Palestina

L’iniziativa che doveva tenersi Mercoledì 4 marzo, nell'aula 10 della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma La Sapienza, con la proiezione del film THE FADING VALLEY (La valle che muore), della regista israeliana Irit Gal, non si terrà più. Il film, in cui si parla della fertile Valle del Giordano nella Cisgiordania occupata, dove i pascoli dei contadini palestinesi sono stati dichiarati zona militare, i loro pozzi sono sigillati e l’acqua deviata alle colonie israeliane avrebbe testimoniato la vita di questi agricoltori i cui diritti sono stati spazzati via e che sono considerati “illegali” nella propria terra.

Read more: Roma: Negata aula a La Sapienza, e così anche la libertà di espressione

Energy wars in the Middle East

Middle East Eye, 26 February 2015

 

The poisonous history of Gazan natural gas

 

Back in 1993, when Israel and the Palestinian Authority (PA) signed the Oslo Accords that were supposed to end the Israeli occupation of Gaza and the West Bank and create a sovereign state, nobody was thinking much about Gaza's coastline. As a result, Israel agreed that the newly created PA would fully control its territorial waters, even though the Israeli navy was still patrolling the area. [...] [T]he Palestinians took their time recruiting British Gas (BG) -- a major player in the global natural gas sweepstakes -- to find out what was actually there. [...]

Read more: Energy wars in the Middle East

... in the US...

February, 2015

Read more: ... in the US...

Additional information