Dossier

ISRAELE-PALESTINA. Bibi e la “distrazione” jihadista

27 feb 2015

Per i palestinesi l’unica strada percorribile è quella dell’unità, secondo Ilan Pappé. Nella video intervista lo storico israeliano sostiene che il governo Netanyahu strumentalizzi l’Isis e l’Iran per rastrellare consensi alle urne

Roma, 27 febbraio 2015, Nena News – Le elezioni sono alle porte e Israele è in piena campagna elettorale, con il primo ministro, Benjamin Netanyahu, che gioca le carte del terrorismo jihadista e della sicurezza per rastrellare consensi e distogliere l’attenzione dell’elettorato dai temi sociali ed economici interni, quelli che davvero potrebbero minare le chance del governo alle urne.

Read more: ISRAELE-PALESTINA. Bibi e la “distrazione” jihadista

Il Mossad smentì Netanyahu: “L’Iran lontano dalla bomba nucleare”

24 feb 2015

Un documento reso pubblico ieri rivela che i servizi segreti israeliani smorzarono l’allarmismo propagandistico del premier. Proseguono intanto i negoziati tra Teheran e 5+1 a Ginevra.

Gerusalemme, 24 febbraio 2015, Nena News – “L’Iran in questo momento non sta svolgendo attività necessarie a produrre armi”. Parola del Mossad. Secondo i documenti pubblicati da Al Jazeera e dal The Guardian ieri, nell’ottobre 2012 – mentre il premier Netanyahu si presentava all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con il fumetto di una bomba iraniana pronta all’esplosione – i servizi segreti israeliani erano di tutt’altra opinione: Teheran non stava affatto costruendo la bomba nucleare e non ci sarebbe comunque arrivata nel corso dell’anno successivo.

Read more: Il Mossad smentì Netanyahu: “L’Iran lontano dalla bomba nucleare”

ISRAELE. Lieberman: “Pena di morte per i terroristi palestinesi”

20 feb 2015

Il ministro ultranazionalista degli Esteri israeliano pubblica un controverso post su Facebook in cui chiede la pena capitale per i prigionieri politici palestinesi nelle carceri di Tel Aviv. Una trovata elettorale per il suo partito, Yisrael Beitenu, in calo nei sondaggi

Roma, 20 febbraio 2015, Nena News – Introdurre un disegno di legge per giustiziare i prigionieri politici palestinesi in Israele. E’ l’ultima proposta-shock del ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, che sulla sua pagina Facebook qualche giorno fa ha postato una foto in cui si vede un probabile detenuto palestinese con le mani alzate e colorate di rosso con il titolo: “Pena di morte per i terroristi”.

Read more: ISRAELE. Lieberman: “Pena di morte per i terroristi palestinesi”

Pappé: «Se si risolve la questione palestinese, il Medio Oriente cambierà faccia»

18 feb 2015

Intervista allo storico israeliano Ilan Pappè: «L’Isis pesca adepti tra i marginalizzati dell’Occidente. Non è una questione religiosa, ma socio-economica. E Tel Aviv lo sfrutta per avere supporto dall’Europa».

 – Il Manifesto

Roma, 18 febbraio 2015, Nena News – Alla fine Ilan Pappé ha parlato. Scavalcando la cancellazione della conferenza «Europa e Medio Oriente oltre gli identitarismi», che avrebbe dovuto essere ospitata dall’Università di Roma Tre, il professore dell’Università di Exter, uno dei più noti storici israeliani, ha incontrato il pubblico romano lunedì al Centro Congressi Frentani su iniziativa di AssoPace.

Read more: Pappé: «Se si risolve la questione palestinese, il Medio Oriente cambierà faccia»

Drones have forever changed us

Al Jazeera, 21 Jan 2015

Drones are declared to be a humanitarian weapon; they are precise and ensure no human cost to the perpetrator, writes Gordon [EPA]
Drones are declared to be a humanitarian weapon; they are precise and ensure no human cost to the perpetrator, writes Gordon [EPA]

 

Because drones transform warfare into a ghostly teleguided act orchestrated from a base in Nevada or Missouri, whereby soldiers no longer risk their lives, the critical attitude of citizenry towards war is also profoundly transformed, altering, as it were, the political arena within drone states. 

Read more: Drones have forever changed us

Additional information