Dossier

Il capitalismo turco alla conquista del Vicino Oriente


L'export turco cresce a vista d'occhio e assieme all'economia anche l'influenza di Ankara si espande visibilmente nella regione: dal Kurdistan iraqeno alla Palestina


Erdogan
Erdogan
Roma, 04 gennaio 2011, Nena News – È un vero e proprio record quello registrato nel 2011 dall’export turco, che ha raggiunto quota 134,6 miliardi di dollari. Lo ha annunciato due giorni fa il ministo dell’Economia di Ankara, spiegando che la crescita del dato su base annua rispetto al 2010 è del 18,2%. «È un record nella storia della repubblica», ha detto Caglayan in una conferenza stampa realizzata ad Ankara. Nel solo mese di dicembre, la Turchia ha esportato beni per 12,1 miliardi di dollari, con un aummento del 4,5% rispetto allo stesso mese del 2010. «Si tratta del dato più alto per l’export mensile degli ultimi 37 mesi», ha commentato Caglayan.

Read more: Il capitalismo turco alla conquista del Vicino Oriente

Si scaldano i motori per nuove guerre

Il Manifesto, 29 Dicembre 2011

Israele

È un 2012 di guerra quello che attende il Vicino Oriente. Almeno questi sono i segnali che arrivano da Tel Aviv e Washington. Due giorni fa il capo di stato maggiore israeliano, generale Benny Gantz, è stato fin troppo esplicito nell'annunciare una seconda offensiva «Piombo fuso» contro Gaza, nel terzo anniversario dell'inizio della prima nella quale rimasero uccisi oltre 1.400 palestinesi. «Israele non può vivere sotto la minaccia dei lanci di razzi da Gaza» e con il movimento islamico Hamas al potere nella Striscia, sostiene Gantz. «Presto o tardi saremo costretti a condurre una significativa operazione (militare)», ha aggiunto il capo di stato maggiore. 

Read more: Si scaldano i motori per nuove guerre

Quattro domande a Napolitano

Il Manifesto, 4 Gennaio 2012

Il presidente Giorgio Napolitano conosce bene i problemi del lavoro ed ha un'antica frequentazione con le persone in carne ed ossa che l'hanno trasformato da schiavitù in occasione di socialità, solidarietà ed emancipazione. La sua tradizione, comunista e migliorista, ha saputo individuare nei rapporti di lavoro e nel loro cambiamento attraverso l'azione sindacale e il conflitto, linfa vitale per la battaglia politica democratica.

Read more: Quattro domande a Napolitano

Conti italiani "in sicurezza"? Una previsione molto azzardata

il Manifesto, 31.12.2011

web-image-ebf23c7d315821c0bc688154f9756f61

L'impatto della politica economica scelta dal governo sarà recessivo (lo ha "concesso" lo stesso Monti). Come si può affermare allora che  il rapporto tra il disavanzo pubblico ed il prodotto interno lordo sarà in linea con con gli obiettivi desiderati da Bce e Bundesbank?

La dichiarazione del Presidente del Consiglio, professor Mario Monti, secondo cui con l'approvazione della sua manovra i conti pubblici dell'Italia sarebbero "in sicurezza", è quanto meno sorprendente.

Read more: Conti italiani "in sicurezza"? Una previsione molto azzardata

piazza_venezia.mov - Video

27/12/2011

Martedi 27 dicembre solidali cambiano il presepe di piazza Venezia a Roma trasformandolo in un presepe palestinese. Questo a tre anni dal massacro israeliano di Gaza con l'operazione Piombo fuso. Dopo circa mezz'ora arriva un pizzardone a togliere tutto.

Additional information