Gerusalemme

FOTO. Nabi Samuel, donne contro l’occupazione

22 nov 2014

Dieci case, 250 abitanti circondati dal muro e da svariate colonie israeliane. A Nabi Samuel, l’associazione femminista resiste alle chiusure e le restrizioni sostenendo il lavoro delle donne.

 Lire la suite : FOTO. Nabi Samuel, donne contro l’occupazione

Foto e testo di Chiara Cruciati

Nabi Samuel, 22 novembre 2014, Nena News – Una prigione: dal 1967 ad oggi, il piccolo villaggio di Nabi Samuel è stato trasformato in una gabbia. A nord di Gerusalemme, oggi cade nella cosiddetta seam zone, area tra il confine ufficiale della Linea Verde e il Muro di Separazione. Chi ci abita dentro possiede la carta d’identità dell’Autorità Palestinese, ma può uscire solo passando un checkpoint, chiedendo il permesso ai soldati israeliani.

Lire la suite : FOTO. Nabi Samuel, donne contro l’occupazione

GERUSALEMME. Kerry gongola per le promesse israeliane, ma sul terreno la tensione non cala

14 nov 2014

Il segretario di Stato Usa incontra in Giordania Abbas e con Netanyahu si accorda per evitare tensioni intorno ad Al-Aqsa. Ma i raid della polizia continuano: ieri ferito un bambino di 11 anni.

AGGIORNAMENTI:

ore 13.45 – DIECI FERITI IN SCONTRI IN CISGIORDANIA

Durante scontri tra manifestanti palestinesi e esercito israeliano, dieci palestinesi sono rimasti feriti ad al-Ram, quartiere di Gerusalemme ora al di là del muro di separazione, e a Sinjil, nord di Ramallah.

Lire la suite : GERUSALEMME. Kerry gongola per le promesse israeliane, ma sul terreno la tensione non cala

GERUSALEMME. La rappresaglia israeliana: Netanyahu promette il pugno di ferro, due palestinesi aggrediti da coloni

19 nov 2014

Dopo l’attacco in sinagoga, il premier promette misure durissime. Il ministro della Sicurezza annuncia un allentamento delle regole per il possesso di armi. Si teme una ritorsione contro Gaza.

AGGIORNAMENTI:

ore 10.45 – 78 NUOVE CASE PER COLONI A GERUSALEMME EST

Non si ferma l’espansione coloniale israeliana a Gerusalemme Est: oggi il comitato di pianificazione e costruzione del comune di Gerusalemme ha votato all’unanimità la costruzione di altre 78 case per coloni nell’insediamento di Har Homa, costruito su terre confiscate al villaggio di Beit Sahour e alla città di Betlemme, in Cisgiordania.

Lire la suite : GERUSALEMME. La rappresaglia israeliana: Netanyahu promette il pugno di ferro, due palestinesi...

GERUSALEMME. Ora il mondo si indigna

Immediate le condanne internazionali all’attacco contro la sinagoga. Ma la rabbia che sta esplodendo è frutto del silenzio mondiale sulle violazioni israeliane e l’espansione coloniale.

Il Manifesto

Gerusalemme, 19 novembre 2014, Nena News – Il mondo condanna l’attentato alla sinagoga di Gerusalemme. I quattro morti israeliani, uccisi da due palestinesi armati, hanno sdegnato tanti governi, gli stessi che fingono che la violenza che sta investendo la Città Santa sia frutto di una rabbia estemporanea e non di decenni di occupazione militare e abusi.

Lire la suite : GERUSALEMME. Ora il mondo si indigna

Settlement organisation entices Jews into Jerusalem settlement for $136 per day

Middle East Monitor, 03 October 2014

 

According to the association's advertisement, an amount of 500 shekels will be given to each settler who agrees to live in one of the homes that have been seized, with the settler only required to "keep his gun loaded and ready to fire at any time", according to the declaration.

Lire la suite : Settlement organisation entices Jews into Jerusalem settlement for $136 per day