Libano

Libano: la discriminazione dei rifugiati palestinesi

 

I palestinesi del Libano sono sempre più svantaggiati dal punto di vista sociale, politico ed economico a causa di leggi discriminatorie e decenni di marginalizzazione

 

24 ottobre 2012

Lire la suite : Libano: la discriminazione dei rifugiati palestinesi


Roma, 24 ottobre 2012, Nena News - Mahmoud da grande vuole fare il dottore nell'ospedale di Beirut. Eppure sa che il suo sogno non si avvererà mai. "Noi rifugiati palestinesi che viviamo in Libano non possiamo lavorare come medici al di fuori dei campi profughi" ha raccontato a Nena News. Mahmoud ha 15 anni e vive a Nahr al-Bared (Libano settentrionale), il campo tragicamente noto per la distruzione totale compiuta dall'Esercito Libanese nell'estate del 2007. "E' difficilissimo ottenere dei permessi di lavoro per uscire dal campo soprattutto se si vuole diventare medici, avvocati, ingegneri" ha continuato - più di 30 professioni ci sono vietate, solo per il fatto che siamo palestinesi".

Lire la suite : Libano: la discriminazione dei rifugiati palestinesi

Can you imagine the international outrage if an Arab was making these threats against Israel? Low how casual Israeli threats of massive violence are

The Angry Arab News Service, 06 July 2012

"“The [Israeli army] is preparing seriously and professionally for another Lebanon war. The response will need to be sharper, harder, and in some ways very violent. The next war will be with very heavy exchanges of fire on both sides, and so both need to make every effort to stop this happening,” said Brigadier-General Hertzi Halevy in comments published Friday in Haaretz.  Halevy’s comments were echoed by a senior officer in the Israeli army's northern command.  "The next war will be different, and therefore we should stop it as quickly as possible, in order to make things easier for the home front. This means carrying out a very strong attack against Lebanon and the damage will be enormous,” said the unnamed officer."" (thanks Basim)

Lire la suite : Can you imagine the international outrage if an Arab was making these threats against Israel? Low...

Massiccia esercitazione di Hezbollah in sud Libano

 

VENTI DI GUERRA. Israele minaccia di attaccare le centrali atomiche dell'Iran e il movimento sciita libanese, alleato di Tehran, risponde lanciando avvertimenti a Tel Aviv

 

23 agosto 2012

Lire la suite : Massiccia esercitazione di Hezbollah in sud Libano

Roma, 23 agosto 2012, Nena News - Il movimento sciita libanese Hezbollah avrebbe condotto nei giorni scorsi una massiccia esercitazione nel sud del Libano impiegando 10mila dei suoi guerriglieri. Lo riferisce il quotidiano libanese Al-Joumhouria, ripreso oggi dalla stampa israeliana. Alle manovre militari avrebbe assistito lo stesso segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah.

Lire la suite : Massiccia esercitazione di Hezbollah in sud Libano

Libano: morti, si aggrava scontro sunniti-sciiti

Sidone, 11 Novembre 2012

 

I seguaci dello sceicco salafita Ahmed Assir hanno strappato manifesti del movimento sciita Hezbollah dando fuoco alle polveri dello scontro

 

Lire la suite : Libano: morti, si aggrava scontro sunniti-sciiti

Due persone sono state uccise e altre 7 ferite oggi a Sidone, nel sud del Libano, durante scontri fra sostenitori del movimento Hezbollah e quelli di uno sceicco salafita sunnita, Ahmed Assir, noto per la sua avversione nei confronti degli sciiti e del regime siriano alawita di Bashar Assad.

Lire la suite : Libano: morti, si aggrava scontro sunniti-sciiti

Libano: "14 Marzo", la riscossa mancata

Nena News, 31 Ottobre 2012

L'opposizione guidata dal sunnita Hariri non e' riuscita a trarre vantaggio dallo sdegno provocato dall'attentato in cui e' rimasto ucciso lo 007 anti-siriano Wissam al Hassan

Lire la suite : Libano:

L'ultima mossa sul fronte dell'opposizione è arrivata nella giornata di lunedì, con l'incontro del capo del blocco parlamentare del "14 Marzo" ed ex Primo Ministro Fuad Siniora, con i rappresentati diplomatici degli stati membri delle Nazioni Unite.

Lire la suite : Libano: "14 Marzo", la riscossa mancata