Il vero conto del salvataggio delle banche americane

  • Stampa

il Sole 24 ore, 2 dicembre 2011

b_200_0_16777215_00_http___imagesdotcom.ilsole24ore.com_images2010_SoleOnLine5__Immagini_Notizie_USA_2011_12_Lloyd-Blankfein-Kenneth-Chenault-Kenneth-Lewis-Ed-Yingling-reuters-258.jpg_uuid=f9043f4e-1ce3-11e1-9ff2-6ded56993d22
 

I 7.700 miliardi di dollari di prestiti alle banche Usa sono un'enormità rispetto ai 340 miliardi di euro dati alla Grecia: 110 miliardi Ue-Fmi nel maggio 2010, più i 130 miliardi di euro di ulteriori aiuti che sono stati decisi il 26 ottobre 2011 a Bruxelles e i 100 miliardi di euro che le maggiori banche private perderanno se l'accordo andrà in porto con l'haircut del 50% dei bond ellenici per un totale complessivo di aiuti di 340 miliardi di euro. Bruscolini insomma rispetto al mega salvataggio americano, per di più fatto alla chetichella senza alcuna richiesta di cambiare le regole o i comportamenti, operato a favore delle banche americane.