04 mag 2015

Sabato in piazza HaBima il corteo dei pro-rifugiati accanto a quello degli abitanti dei quartieri sud della città, che invocano la deportazione degli “infiltrati” per mettere fine al degrado della zona

Foto, video e testo di Roberto Prinzi

Tel Aviv, 4 maggio 2015, Nena News – Duecento persone si sono radunate sabato sera a Tel Aviv nella centralissima piazza HaBima per protestare contro la politica “anti-infiltrati” del governo di destra israeliano che mira a deportare in paesi terzi i richiedenti asilo e gli immigrati presenti nello stato ebraico. Negli stati in cui saranno trasferiti, stabilisce il piano annunciato un mese fa dall’uscente ministro degli interni Gilad Erdan, ai migranti verrà riconosciuto pieno status legale. Secondo la bozza di legge chi non sarà d’accordo al trasferimento sarà imprigionato a tempo indeterminato.

04 mag 2015

Ieri sera almeno 46 persone sono rimaste ferite durante gli scontri con la polizia in Piazza Rabin a Tel Aviv. Almeno 15 manifestanti ebrei etiopi sono stati arrestati.

Tel Aviv, 4 maggio 2015, Nena NewsSono almeno 46 i feriti degli scontri divampati durante la manifestazione di protesta ieri sera a Tel Aviv degli ebrei etiopi (noti come Falasha) contro la violenzache subiscono dalla polizia. Gli incidenti più gravi sono avvenuti in piazza Rabin quando centinaia di giovani manifestanti hanno tentato di entrare nel palazzo del municipio. La polizia, intervenuta anche con i reparti a cavallo, ha usato il pugno di ferro. I feriti sono stati almeno 46, tra i quali, secondo la versione uficiale, alcuni poliziotti. Almeno 15 i manifestanti arrestati.

Alternative News, 21 April 2015

Israel's population stands at 8.345 million people. This number includes Palestinian residents of occupied East Jerusalem and Syrian-Arab residents of the occupied Syrian Golan Heights, both areas that Israel has illegally annexed to its territory. The number, however, does not include Palestinian residents of the West Bank and Gaza Strip, occupied and controlled by Israel.


Haaretz, 30.04.15

 

There are countries that aren’t providing as much generous aid as Israel, but there isn’t a single country behaving with such hypocrisy – killing in Gaza, saving in Nepal, and presenting itself as Mother Teresa.

9 marzo 2015

 

Michael indossa la kippa perché è un ebreo praticante [...]. È preoccupato del possibile successo di Casa ebraica [....] [L]’unica deputata laica si chiama Ayelet Shaked ed è diventata famosa per aver pubblicato su Facebook un articolo che incita al genocidio dei palestinesi. [...] [L]’autore “chiede l’eliminazione dell’intero popolo palestinese: giovani e vecchi, donne e bambini”.