Internazionale, 12/05/2016

 

i miei due amici non sono israeliani come tutti gli altri: sono arabi israeliani. “Il vostro posto è a casa”, gli ho detto, rivolgendomi idealmente a tutti gli altri che si trovano nella loro situazione. “La lotta per la democrazia e contro l’occupazione ha bisogno di voi”.

14/11/2016

La pittrice palestinese rappresenta aspetti dell’infanzia e dell’adolescenza femminile rimandando a motivi della vita in Palestina. Le decorazioni testuali, che accompagnano le immagini, determinano la persistenza del sogno (la sua terra libera dall’occupazione israeliana) e la perseveranza della memoria collettiva

manal-2

Roma, 14 novembre 2016, Nena News – Manal Deeb, artista palestinese e americana, presenta, in questi giorni, le sue tele all’Art Festival di Vienna. In occasione dell’inaugurazione dell’ultima mostra, all’Oman Library di Washington DC, il pubblico ha avuto l’opportunità di interagire con l’artista, all’interno di uno spazio dedicato al dibattito e alle questioni legate all’arte. A questo primo incontro “americano” ne sono seguiti altri, ad esempio, all’Arab American National Museum di Dearborn, e alla St.Paul Chapel di New York. Terminate le date negli Stati Uniti, Manal Deeb è approdata a Londra, poi al Cairo, a Delhi e a Vienna.

Ieri a Betlemme si è commemorata la Nakba cercando di raggiungere Gerusalemme con una locomotiva con a bordo bambini e anziani

Betlemme, 16 maggio 2016, Nena News – Un treno per tornare nelle proprie terre: è l’iniziativa presa ieri dai Comitati Popolari palestinesi a Betlemme. Locomotiva e vagoni – una tonnellata e mezzo di legno e ferro – hanno portato dal campo profughi di Dheisheh al muro che separa Betlemme da Gerusalemme bambini, anziani e attivisti.

Haaretz, Mar. 25, 2017

“When I came out of school, I was facing a poster of Arafat in army fatigues. He was clutching a rifle, which looked like a giant penis …. The cheap white glue they used to stick the posters to the gate was dripping from the edge of the paper toward the mouth of the barrel. The scene was perfect. A white liquid trickling from the rifle.”

Haaretz, Nov. 10, 2016

 

This is expressed in monetary contributions by the United States to the Palestinian Authority (mostly to the security forces and for the paving of roads that make it easier to provide a continuous transportation infrastructure between the enclaves of Area A) and for the UN Relief and Works Agency.