Ma'an News Agency, May 16, 2016

BETHLEHEM (Ma’an) -- Israeli forces shot and injured a Palestinian east of Bethlehem in the southern occupied West Bank as he tried to reach Jerusalem through Israel’s separation wall on Sunday evening.

Dopo la morte dei figli al posto di blocco di Qalandiya, Saleh Abu Ismail sfida le autorità israeliane a diffondere le immagini dell’accaduto. Nega che i figli avessero l’intenzione di compiere un attacco contro la polizia. Anche Haaretz chiede la pubblicazione del video girato dalle telecamere di sorveglianza

foto da twitter

Questa foto è stata presa da twitter (quella sulla home page è di Maannews)

 – Il Manifesto

Gerusalemme, 3 maggio 2016, Nena News – Maram Abu Ismail ha davvero lanciato un coltello verso gli agenti della polizia israeliana al posto di blocco di Qalandiya prima di essere uccisa dalle raffiche sparate da guardie private?  Di fronte a questo interrogativo, ancora senza risposta, Saleh Abu Ismail, padre di Maram, 23 anni, incinta e madre di due bimbe, e di Ibrahim, 16, l’altro figlio ucciso il 27 aprile a Qalandiya, ha preso l’iniziativa lanciando una sfida aperta alle autorità israeliane. «Devono diffondere subito il filmato dell’accaduto (girato dalle telecamere di sorveglianza)» ripete l’uomo che definisce una «messinscena» il ritrovamento di coltelli da parte della polizia. «I miei figli sono stati uccisi senza motivo», insiste Abu Ismail che dalla sua parte ora ha anche Haaretz.

al Shabaka, April 12, 2016

 

Israel's ongoing policy of residency revocation is grounded in the increasingly explicit position that the Palestinians in Jerusalem are no more than foreign immigrants who can be] easily transferred outside what Israel considers its sovereign territory.

The Palestinian Information Center, 28-04-2016

OCCUPIED JERUSALEM -- 80% of Palestinians in Occupied Jerusalem are struggling with poverty, with four out of five Palestinians living with a daily wage of less than two U.S. dollars, a rights group reported Wednesday.

Ma'an News Agency, April 27, 2016

 

Witnesses told Ma’an that 23-year-old Maram Salih Hassan Abu Ismail, five months pregnant, and her 16-year-old brother Ibrahim were en route to Jerusalem when they took a path intended for vehicles, not pedestrians, into Qalandiya checkpoint near Ramallah. The two were apparently unable to understand Israeli officers yelling in Hebrew, and stopped walking.