Print
Category: Cisgiordania

Secondo l’esercito israeliano, il giovane avrebbe provato ad accoltellare un soldato. Salgono a 55 le vittime palestinesi. 9 quelle israeliane

jen

Roma, 24 ottobre 2015, Nena News – Un giovane palestinese è stato ucciso stamane dai soldati israeliani nei pressi del checkpoint di al-Jalame a Jenin (nord della Cisgiordania occupata). Secondo Tel Aviv, il ragazzo, di cui non si conoscono ancora le generalità, avrebbe tentato di accoltellare un militare. Per prevenire l’attacco, pertanto, le forze armate lo avrebbero sparato. Il portavoce dell’esercito ha detto che sarà aperta una inchiesta per fare luce su quanto è accaduto.

Diversa è la versione dei palestinesi secondo cui il “martire” non rappresentava alcuna minaccia per l’incolumità dei militari. Alcuni testimoni oculari hanno riferito all’Agenzia palestinese Ma’an, inoltre, che il giovane, ferito, sarebbe stato trascinato dai soldati israeliani dentro il posto di blocco dove sarebbe stato negato l’accesso anche all’ambulanza della mezzaluna che avrebbe dovuto curarlo.

Sale così a 55 il bilancio dei palestinesi uccisi dall’inizio del mese. Di questi, 28 sono morti dopo aver compiuto attacchi contro civili e soldati israeliani. Molte di queste uccisioni sono state però denunciate dai palestinesi e dalle organizzazioni umanitarie israeliane perché in molti casi gli attentatori (e i presunti aggressori) non avrebbero rappresentato alcuna minaccia. L’organizzazione B’Tselem ha parlato a tal proposito di “esecuzioni extragiudiziarie”. Dal 1 ottobre le vittime israeliane sono, invece, 9.

Si è spento ieri il gazawi Yahya Karira (20 anni). Karira era stato colpito da un proiettile alla testa sparato dai soldati israeliani durante una manifestazione nella Striscia di Gaza la scorsa settimana. Nena News

 

http://nena-news.it/territori-occupati-palestinese-ucciso-a-jenin/