Haaretz, Nov. 11, 2016

 

The only “crime” of the Palestinians, who were in the midst of harvesting their olives when the settlers swooped down on them, was that they were Palestinians who had the temerity to work their land.

Al Jazeera, 5 November 2016

Beit Jala's olive oil reportedly sells for twice as much as olive oil from outside the city, and Cremisan oil can sell for even higher [Sheren Khalel/Al Jazeera]

This year is expected to be the last chance to harvest olives from the valley, which will soon be blocked off by an extension of Israel's separation wall.

6/10/2016

La nuova regolamentazione adottata dal ministro della Giustizia è destinata ai non residenti e colpisce soprattutto i lavoratori palestinesi negli insediamenti della Valle del Giordano

Operai palestinesi in attesa al checkpoint per entrare in Israele, novembre 2010. (Foto: Yaakov Naumi/Flash90)

Operai palestinesi in attesa al checkpoint per entrare in Israele, novembre 2010. (Foto: Yaakov Naumi/Flash90)

Roma, 6 ottobre 2016, Nena News – Una nuova regolamentazione del mercato del lavoro lede il diritto dei lavoratori stranieri in Israele ad accedere alla giustizia. Sono i circa 170mila lavoratori stranieri – di questi dai 55mila ai 60mila palestinesi della Cisgiordania – il segmento più vulnerabile e sfruttato della forza lavoro israeliana. Mentre svariati rapporti di media e di Ong hanno frequentemente documentato gli abusi subiti da questi lavoratori – impiegati spesso nei settori dell’edilizia, dell’agricoltura e dei servizi – nel mese di agosto il ministro della Giustizia Ayelet Shaked ha emanato una nuova normativa che impone alla maggior parte di essi di depositare una garanzia finanziaria – una somma il cui importo viene stabilito dal giudice – come condizione per l’avvio di azioni giudiziarie contro i propri datori di lavori nei tribunali del lavoro. Per i lavoratori stranieri sarà così troppo costoso far rispettare i propri diritti: ne viene favorito di conseguenza lo sfruttamento.

13/10/2016

area-c

 Mondoweiss

 

Settlers, typically from the so-called “illegal outposts,” walked freely into lands farmed by Palestinians and planted their own crops. When the Palestinian farmers arrived, they were threatened, beaten, and in some cases shot (either by settlers or by soldiers acting on their behalf).

Haaretz, Sep. 25, 2016


Israeli soldiers south of the West Bank city of Nablus, August , 2016. Majdi Mohammed, AP

Two soldiers from the Nahal Brigade were filmed on a security camera torching a Palestinian-owned lumber warehouse in the West Bank city of Nablus late Wednesday night.