Ma'an News Agency, Feb. 20, 2016

HEBRON -- Israeli soldiers on Saturday expelled Palestinian farmers at gunpoint from their private agricultural land in the outskirts of the town of Beit Ummar in the southern occupied West Bank, locals said.

Associazione di Amicizia Italo-Palestinese, 14 febbraio 2016

 

Famoso è il caso di AbdulLatif Simrin, un palestinese che nel 2003 “vendette” i suoi 50 acri di terra a coloni israeliani pur essendo morto oltre 40 anni prima.

Secondo la stampa israeliana, una giovane donna palestinese è stata uccisa poco fa dall’esercito israeliano dopo aver provato ad accoltellare, senza successo, un militare di Tel Aviv

Israeli army soldier aims his weapon at Palestinians during clashes in the West Bank city of Hebron

Roma, 13 febbraio 2016, Nena News – Una giovane donna palestinese è stata uccisa a Hebron. Secondo la versione israeliana, avrebbe tentato di accoltellare un soldato israeliano vicino alla moschea Ibrahimi, ma sarebbe stata subito freddata dagli spari dei soldati israeliani. Il ministero della salute palestinese ha confermato la morte della giovane, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Si chiamava Omar Madi ed è la 166esima vittima palestinese da inizio ottobre. Secondo il portavoce militare, l’esercito avrebbe sparato al ragazzo dopo essere stato attaccato con pietre da un gruppo di ragazzi

Un'autoambulanza della Mezza luna rossa palestinese  (Foto credit: Yoav Ari Dudkevitch)

Un’autoambulanza della Mezza luna rossa palestinese (Foto credit: Yoav Ari Dudkevitch)

Roma, 10 febbraio 2016, Nena News – Un palestinese 16enne, Omar Madi, è stato sparato stamane al petto durante gli scontri con i soldati israeliani avvenuti nei pressi del campo di al-Arrub (a nord della città cisgiordana di Hebron). Secondo quanto riferiscono fonti palestinesi, Madi sarebbe stato trasportato all’ospedale al-Mizan di Hebron ancora in vita, ma sarebbe morto per le ferite riportate.

Haaretz, Feb 01, 2016

A fraud squad investigation has revealed that 14 of 15 supposed real estate acquisitions made by Al-Watan, a company run by pro-settlement activist Ze’ev Hever and owned by the right wing Amana, were forged.