23/9/2017

Raid della polizia nella sede dell’Ecfr, consulenti della famiglia. L’avvocato Metwally, rapito e scomparso per alcuni giorni, denuncia torture in carcere. La doppia faccia di al Sisi. Mentre rassicura Gentiloni, a margine dell’Assemblea generale dell’Onu di New York, agli altri paesi arabi dice: «La colpa è del ricercatore. L’Italia sta esagerando»

Senato. Conferenza stampa dei genitori di Giulio Regeni

Senato. Conferenza stampa dei genitori di Giulio Regeni

Roma, 23 settembre 2017, Nena News – Non si ferma il giro di vite contro i difensori dei diritti umani in Egitto. Il 21 settembre è stata un’altra giornata drammatica, segnata da un raid compiuto nella sede della Commissione Egiziana Diritti e Libertà (Ecrf), che segue anche per conto della famiglia il caso di Giulio Regeni. L’autorità per gli investimenti ha fatto visita alla sede dell’organizzazione accompagnata da agenti della National Security e da una camionetta della polizia, minacciando di apporre i sigilli alla porta. Gli avvocati presenti negli uffici si sono opposti e sono riusciti a scongiurare la chiusura, dichiarando che l’organizzazione è regolarmente registrata come studio legale e non viola alcuna legge (molte organizzazioni per i diritti umani in Egitto evitano di qualificarsi come Ong per evitare le pesantissime restrizioni imposte). Già nell’ottobre 2016 l’associazione aveva subito una visita simile con tanto di perquisizione tra i faldoni sui casi dei desaparecidos.

13/10/2017

Hamas-Fatah reconciliation is giving Egyptian President Abdel Fattah el-Sisi a window of opportunity to rebrand his country’s image which has been tarnished by brutal crackdowns on his country’s opposition and his miscalculated military interventions in Libya, Yemen and elsewhere

 – The Palestine Chronicle

the Egyptian leadership is clearly operating in coordination with Israel and the United States. While the language emanating from Tel Aviv and Washington is quite guarded regarding the ongoing talks between the two Palestinian parties, if read carefully, their political discourse is not entirely dismissive of the possibility of having Hamas join a unity government under Mahmoud Abbas’ direction.

4/8/2017

Tre anni di carcere per cinquanta funzionari di polizia impiegati in Sinai. Il reato: aver scioperato per due giorni lo scorso gennaio contro il carico di lavoro

Poliziotto egiziano a Giza  (Foto: Mahmoud Abdel Ghany/Epa)

Poliziotto egiziano a Giza (Foto: Mahmoud Abdel Ghany/Epa)

Roma, 4 agosto 2017, Nena News – La corte penale del Sinai del Sud ha condannato ieri 50 poliziotti a tre anni di prigione per aver scioperato lo scorso gennaio per le modifiche dei turni di lavoro. A dieci di loro è stata comminata una multa di 6.000 sterline egiziane – 330 dollari – ma gli altri 40 sono stati anche licenziati.

7/9/2017

(Foto: Ap)

(Foto: Ap)

 –Il Manifesto

 

«La polizia e i funzionari della Sicurezza Nazionale usano regolarmente la tortura – si legge nel rapporto – durante i loro interrogatori per costringere presunti dissidenti a confessare o divulgare informazioni [....]

4/7/2017

Caso Regeni, diciassette mesi senza verità

Flash mob di Amnesty Internation per Giulio Regeni, Roma. (Foto: Reuters)

Flash mob di Amnesty Internation per Giulio Regeni, Roma. (Foto: Reuters)

  il Manifesto

Roma, 4 luglio 2017, Nena News – Sono trascorsi 17 mesi dal ritrovamento del corpo senza vita, martoriato dalle torture, di Giulio Regeni.