01 apr 2015

L’occupazione israeliana dei Territori e i bombardamenti di Gaza. Questi i casi del dossier che i palestinesi presenteranno alla Corte per denunciare le violazioni israeliane. Iniziate le indagini preliminari

Roma, 1 aprile 2015, Nena News – L’Autorità nazionale palestinese (Anp) oggi diventa formalmente membro (il 123esimo) della Corte penale internazionale (ICC), quando sono trascorsi due mesi dall’adesione al Trattato di Roma che ha costituito il tribunale con sede all’Aja, Paesi Bassi, dove oggi si tiene la cerimonia ufficiale.

23 mar 2015

Fine delle consultazioni tra i neodeputati e il presidente Rivlin: Netanyahu verso l’ufficializzazione del quarto incarico, con 61 voti su 120 alla Knesset. Decisivo Kulanu, Yesh Atid sceglie l’opposizione. E gli Stati Uniti non difendono Israele al forum annuale dell’Onu sui diritti umani

Roma, 23 marzo 2015, Nena News – Sono appena terminate le consultazioni tra il presidente israeliano Reuven Rivlin e i nuovi deputati della Knesset per la nomina del premier che formerà il prossimo governo israeliano. E, come era chiaro fin dalla proclamazione della sua vittoria alle elezioni del 17 marzo scorso, non ci sarà nessun governo di “unità nazionale”: la maggioranza ha scelto Benjamin Netanyahu. Ora si attende l’annuncio ufficiale dell’incarico, poi il quattro volte premier avrà un mese di tempo per scegliere i ministri e formare la sua squadra di governo.

14 mar 2015

Oggi la nostra cuoca Fidaa ci insegna a preparare un altro dei dolci tipici della città palestinese, il paradiso degli zuccheri: il qaraqish, triangoli fritti di sesamo e anice.

Ramallah, 14 marzo 2015, Nena News – In quasi tutte le pasticcerie a Nablus di dolci tipici palestinesi, si trova un vassoio grande con dei dolcetti fritti, alcuni sono tagliati bene, e altri mal tagliati, ma sono invitanti nonostante l’aspetto: sono i qaraqish. Quella città è un paradiso di dolci, di tutti i tipi.

March 26, 2015
At Tuwani – South Hebron Hills, West Bank

Today, March 26, in the school of At-Tuwani has been organized a ceremony for the last year students receiving their diploma from the headmaster.

30 mar 2015

La dirigenza palestinese nega la notizia della presunta distensione diplomatica nei confronti di Israele e si dichiara “più determinata che mai” a procedere con la denuncia di Tel Aviv alla Corte Penale Internazionale per l’offensiva a Gaza e per la colonizzazione di Cisgiordania e Gerusalemme est

Roma, 30 marzo 2015, Nena News – “I rapporti della stampa israeliana non sono altro che invenzioni dell’ufficio di Netanyahu: non c’è mai stato un accordo del genere. Il denaro che Netanyahu ha trasferito è denaro palestinese e lui non ci sta facendo un favore”. E’ dura la smentita della dirigenza palestinese alla notizia diffusa ieri dai media israeliani, primo fra tutti il Jerusalem Post, che annunciava la rinuncia, da parte dell’Anp, di denunciare Israele alla Corte Penale Internazionale per la colonizzazione dei Territori occupati in cambio del trasferimento dei proventi delle tasse palestinesi trattenute da Tel Aviv dal gennaio scorso. Alla smentita, data dal quotidiano Haaretz, è seguita una dichiarazione ferma: “Questo mercoledì – ha detto un alto funzionario palestinese al quotidiano israeliano – la Palestina diventerà membro della Corte penale internazionale e il ministro palestinese degli Esteri, Riyad al-Maliki, rappresenterà i palestinesi a L’Aja”. “Ci aspettiamo – ha concluso – che la Corte penale internazionale apra un’inchiesta sugli insediamenti israeliani così come sulla recente guerra di Gaza”.