Adp radio, Palestina ieri e oggi, 12 marzo 2019

Al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

p.c. Al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte

Al Ministro degli Affari Esteri Enzo Moavero Milanesi

All'Alto Rappresentante dell'Unione per gli Affari Esteri Federica Mogherini

 

<                                                                      21 febbraio 2019

 

 

Egregio Signor Presidente,

 

desideriamo sottoporre alla Sua attenzione la situazione all’interno delle carceri israeliane, dove migliaia di prigionieri palestinesi vivono in terribili condizioni di detenzione, che sono già di per sé una violazione della Quarta Convenzione di Ginevra.

6 settembre 2018

 

Con la demolizione del villaggio beduino di Khan al Ahmar Israele compie un atto gravissimo di violazione dei diritti umani, contro tutte le regole di convivenza civile che sono alla base della convivenza di persone e nazioni. La Rete Ebrei Contro l'Occupazione (ECO) condanna senza appello questo comportamento razzista e ultranazionalista del governo israeliano, che ricorda comportamenti fascisti e crimini del colonialismo.

per la Rete-ECO, Paola Canarutto

settembre 2018

La Rete Ebrei Contro l’Occupazione (ECO) esprime la sua solidarietà a Jeremy Corbyn ed ai suoi Colleghi del Labour Party: questi hanno scelto di difendere la libertà di espressione in Gran Bretagna, e i diritti del popolo Palestinese contro la lobby israeliana, che cerca di criminalizzare la condanna delle azioni di Israele. Giudichiamo, con Corbyn ed i suoi Colleghi, che i Governi di Israele, dal 1948-49 ad oggi, abbiano commesso contro i Palestinesi, sia cittadini di Israele che abitanti della Cisgiordania militarmente occupata, gravissimi crimini contro i diritti umani e i diritti civili.

19 luglio 2018

https://blogs.mediapart.fr/forti-giorgio/blog/130718/etat-national-liberte-et-identite-personnelledemocratie

Illustre Onorevole Mogherini, I miei amici ed io siamo del tutto solidali con la Sua presa di posizione a nome della nostra Comunità Europea contro la politica dello Stato di Israele nei confronti del popolo Palestinese, oggetto dell'oppressione e disprezzo dello Stato che si definisce lo Stato Ebraico ormai da oltre 50 anni. Ci teniamo a farLe sapere che, insieme ai nostri concittadini italiani di molte ONG che operano attivamente perchè siano riconosciuti i diritti umani e politici al Popolo Palestinese, diritti che Giustizia esige, pensiamo che non esista altro modo di realizzare la pace nel vicino e  medio Oriente, che con il garantire i diritti umani e politici al Popolo Palestinese