Haaretz, Sep 11, 2017

 

Through his arrest, the PA exposed its joint interests with Israel and proved once more that its very existence has become its raison d’être. It also betrayed political stupidity and disregard for the Palestinian popular struggle against the land thieves and population expellers.

Haaretz, Sep 5, 2017

The Palestinian Preventive Security Forces on Monday arrested Issa Amro, a Hebron-based social activist and the founder of Youth Against the Settlements, his brother confirmed to Haaretz.

3/7/2017

L’arresto ieri all’alba nella sua casa di Ramallah. La parlamentare del Fronte popolare era stata liberata lo scorso anno dopo 14 mesi passati in carcere. Il mondo politico palestinese protesta. Ieri nuovi blitz dei soldati israeliani in Cisgiordania: 18 persone detenute

La parlamentare palestinese Khalida Jarrar

La parlamentare palestinese Khalida Jarrar

Roma, 3 luglio 2017, Nena News – La libertà per Khalida Jarrar è durata poco più di un anno: ieri all’alba, infatti, è stata arrestata nuovamente dalle truppe israeliane nella sua casa di Ramallah. Jarrar (54 anni) – figura di spicco del Fronte popolare per la Liberazione della Palestina (Fplp), capo della Commissione parlamentare dei prigionieri palestinesi e vice presidente del Consiglio di amministrazione del gruppo Addameer che lotta per i diritti dei detenuti – era stata infatti rilasciata nel giugno del 2016 dopo 14 mesi trascorsi in carcere.

Ma'an News Agency, Aug 20, 2017


Palestinian Security Services (File)

In partnership with other donors, the EU and its mission helped the PA to re-establish civil and security control in parts of Area A of the West Bank. Despite its initial reluctance to allow the EU to play a more significant political role in the region, Israel has endorsed these technical achievements of EUPOL COPPS, realizing the mission can make the PA more effective in policing the West Bank and a more reliable partner in quashing dissent and countering insurgency.

28/4/2017

Gaza

   il Manifesto

il presidente palestinese Abu Mazen ieri ha deciso che il governo dell’Anp a Ramallah non pagherà più il costo dell’energia elettrica che Israele fornisce alla Striscia di Gaza.