Imprimer
Catégorie : Società civile palestinese

Esce in Italia il libro della nostra cuoca Fidaa Abu Hamdiyah, scritto a quattro mani con Silvia Chiarantini, un percorso nella cultura più profonda del popolo palestinese.

COLLAGE_COPERTINA

Roma, 01 febbraio 2016, Nena News – Quante volte avete letto su queste pagine le ricette della nostra cuoca Fidaa? Nella sua rubrica “Sapori e Identità” (qui l’ultima puntata) abbiamo scoperto insieme la cucina palestinese e quanto i suoi odori e i suoi sapori siano una parte inseparabile della cultura del popolo palestinese.

Ora quelle ricette diventano un libro, “Pop Palestine. Viaggio nella cucina popolare palestinese. Salam cuisine tra Gaza e Jenin”. Scritto a quattro mani da Fidaa Abu Hamdiya e Silvia Chiarantini, con fotografie di Alessandra Cinquemani, edito da Stampa Alternativa, “è talmente immerso tra le storie che le ricette sono un momento di tregua, di pace prima della tempesta, dolce, malinconica, poetica tempesta, che questi avventurosi compagni di viaggio ci hanno regalato – scrive nella prefazione Daniele de Michele – Perché parlar di Palestina è un non senso, non ne parla nessuno in questi termini, a pochi viene in mente di considerarla meta turistica, nessuno immagina che ci sia una vita oltre la guerra, che esista una cucina che non sia da campo”.

Fidaa Abu Hamdiyah

Fidaa Abu Hamdiyah

SCHEDA LIBRO

Non solo ricettario, piuttosto un taccuino di viaggio e di cucina in cui si spiega come preparare gustose vivande, ma si racconta anche la vita e la storia di un popolo e le emozioni di quattro amici fiorentini in giro per la Palestina insieme a una guida speciale: Fidaa, giovane chef e blogger palestinese esperta di cucina.

Un viaggio tra strade, pentole e fornelli, dal sud al nord della Palestina, partendo da Hebron e poi Betlemme, Ramallah, Gerusalemme, fino a Gerico, Nablus e Jenin. A ciascuna di queste città è dedicato un capitolo in cui sono riportate le ricette dei piatti assaggiati e di cui è stata seguita la preparazione in case, ristoranti o dai venditori di strada.

Un reportage denso e affascinante per avvicinarsi in maniera diversa alla cultura e alla storia del popolo palestinese attraverso i racconti di coloro che vi abitano e lo sguardo di un gruppo di amici in viaggio. Un percorso di immagini di piatti fumanti, affollati mercati, storie di vita sotto occupazione, profumi di spezie, di caffè al cardamomo, di pita appena sfornata e di za’atar.

Pop Palestine è la testimonianza di chi ha voluto raccontarsi e condividere la propria tradizione: delle donne e degli uomini che in Palestina mantengono viva la propria storia… e aperta la propria cucina.

LE AUTRICI
Fidaa Abuhamdiya è una chef e blogger palestinese, tiene corsi di cucina e lavora per mantenere viva la tradizione gastronomica della sua terra. Dall’incontro con Silvia Chiarantini, appassionata di storia e cultura palestinese e Alessandra Cinquemani, fotografa fiorentina, è nato Pop Palestine, il racconto di un viaggio e della tradizione gastronomica di un popolo (ma anche la storia di un’amicizia nata mangiando hummus e falafel, girando per colorati mercati e scambiandosi risate ed emozioni a bordo dei gialli furgoncini che percorrono in largo e in lungo la Palestina).

Il libro si può acquistare su: http://www.stampalternativa.it/libri/978-88-6222-508-3/fidaa-i-a/pop-palestine-viaggio-nella.html

Pagina facebook “POP PALESTINE. DIARIO DI VIAGGIO NELLA CUCINA POPOLARE PALESTINESE”

http://nena-news.it/pop-palestine-viaggio-nella-cucina-popolare-palestinese/