5/12/2016

Non cessa la persecuzione israeliana contro l’attivista di Gerusalemme, detenuto per 17 mesi dopo quasi un anno di deportazione dalla sua città e riarrestato ieri dopo una sola settimana di libertà

Daoud al-Ghoul

Daoud al-Ghoul

Gerusalemme, 5 dicembre 2016, Nena News – Riarrestato dopo una settimana di libertà: Daoud al Ghoul, attivista di Gerusalemme, 33 anni, residente nel quartiere di Silwan, è stato di nuovo portato via la scorsa notte dalla sua casa dalle forze israeliane. Al momento si trova ad al-Maskobyeh, centro di detenzione dove si svolgono i primi interrogatori, noto per gli abusi che vengono lì commessi contro i detenuti palestinesi.

Haaretz, Dec. 10, 2016

“Why did you only come today?” the 65-year-old man from the West Bank village of Deir Nizam asked bitterly. “You should have come a few days ago. How could you not know that the village was closed off, that it was completely sealed?”

Haaretz, Nov. 26, 2016

 

“And the fire isn’t intentional, in your opinion?” I asked. My acquaintance realized I was referring to the suspicions that Palestinians had set the fire.

5/12/2016

Un focus sul Palestine Film Unit e il suo regista più influente: le immagini, i racconti, le storie nell’arte di Mustafa Abu Ali. I suoi film, tra cui “They do not exist”, presi in custodia negli anni ’70 dal Partito Comunista Italiano

Il regista palestinese Mustafa Abu Ali

Il regista palestinese Mustafa Abu Ali

Roma, 5 dicembre 2016, Nena News – Giovani registi palestinesi, libanesi e siriani formano un movimento intellettuale e cinematografico che pratica la resistenza nel nome del Palestine Film Unit (PFU), divisione dell’Olp (Organizzazione per la Liberazione della Palestina), dedicata al cinema militante. Il progetto  unanime, cominciato nel 1968, è di descrivere, attraverso le immagini, le condizioni dei rifugiati palestinesi, gli effetti della guerra civile in Libano e le azioni israeliane.

Oggi la nostra chef Fidaa ci propone un piatto molto semplice e altrettanto gustoso, tipico della città palestinese di Hebron

IMG_1689

Ramallah, 19 settembre 2015, Nena News – La ricetta è semplice, anzi molto semplice. È una di quelle ricette che si tirano fuori per le occasioni speciali nella mia città natale Hebron: assieme al mansaf, si prepara per i matrimoni, durante il Ramadan, in occasione di grandi banchetti e di altre ricorrenze.