Stampa
Categoria: Rete-ECO

20.3.2016

Una presa di posizione, che sottopongo alla vostra considerazione:

E' evidente, in tutto l'Occidente e non solo, la deriva verso regimi illiberali che sopprimono la libertà:  libera espressione di idee, giudizi etici e politici. La campagna contro il BDS ne è un esempio lampante, e bisogna opporvisi. Il BDS è uno strumento non violento di lotta politica e tutti hanno il diritto di proporlo e praticarlo. Il boycott, eventualmente proposto, contro la compagnia aerea israeliana El Al ne sarebbe un esempio tipico ( vedete il primo link): il personale di volo di una linea El Al fa propaganda  per la politica razzista di Israele.

Sanzioni economiche pesantissime sono viceversa state applicate per decenni dai Governi Occidentali ( e non sono ancora finite!) contro l'Iran che non voleva sottostare alle imposizioni delle Compagnie petrolifere occidentali, nè alle imposizioni politiche dei governi occidentali, prevalentemente Israele e USA e  tutti gli altri in obbediente atteggiamento (Italia in prima fila!).

E' dunque evidente che l'interesse dell'economia capitalista prevale sulle Costituzioni liberal-democratiche, che vengono facilmente disattese quando in contrasto con i potenti interessi economici e finanziari. In Italia, l'articolo 41 della nostra Costituzione stabilisce le relazioni tra libertà di impresa e sue funzioni sociali: questo dettame costituzionale è stato sempre disatteso, e praticamente abolito dagli attacchi in atto negli ultimi 25 anni contro la Costituzione nata dalla Resistenza. La nostra Costituzione è, anche riguardo questo problema, il risultato del pensiero di persone diversissime come concezioni etiche e politiche della vita e della società: la hanno elaborata Cristiani di diverse idee politiche, Liberali, Socialisti e Comunisti uniti con l'intento, sempre irrinunciabile, di vivere in una Società accettabile per tutti, in cui tutti potessero sentirsi liberi: questo è il valore. positivo dell'Antifascismo, perchè il fascismo, nella sua teoria e tragica pratica  (vedi Europa anni trenta-quaranta, e tanti altri Paesi ancora oggi) è contro tutto ciò. Con il nazi-fascismo i conti sono stati chiusi nel 1945!
Non è dunque tollerabile che uno Stato, Israele, imponga discriminazioni razziste contro una parte dei suoi cittadini, i Palestinesi Arabi, che sono il 21% della popolazione, ed occupi militarmente la terra di Palestina già ridotta dalla guerra del 1967 al 21% della Palestina storica. Questa occupazione militare, illegale secondo le norme delle Nazioni Unite riconosciute anche da Israele, è diventata sempre più dura e crudele, instaurando una persecuzione inaccettabile dai popoli civili. Si è imposto ai Palestinesi Arabi di cedere la propria terra agli ebrei superstiti della Shoa: un crimine inaudito commesso da Europei contro Europei, di cui i Palestinesi non hanno alcuna responsabilità. Dobbiamo rimediare a questa intollerabile ingiustizia, basata sull'ideologia nazionalista che, come sempre nella Storia, è la inevitabile radice del razzismo fascista che abolisce Libertà,  Giustizia e Fraternità.
Giorgio Forti, membro di ECO ( Ebrei contro L'Occupazione)

[...]

http://mondoweiss.net/2016/03/el-al-captain-indoctrinates-the-passengers-but-only-in-hebrew/?utm_source=Mondoweiss+List&utm_campaign=e554819276-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_b86bace129-e554819276-398535745

ed anche gesti positivi

http://mondoweiss.net/2016/03/portlands-socially-responsible-investments-committee-recommends-putting-caterpillar-on-citys-do-not-buy-list/?utm_source=Mondoweiss+List&utm_campaign=e554819276-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_b86bace129-e554819276-398535745

E SU BDS

http://mondoweiss.net/2016/03/israels-legal-warfare-on-bds-fosters-repression-and-mccarthyism-across-the-world/?utm_source=Mondoweiss+List&utm_campaign=e554819276-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_b86bace129-e554819276-398535745