Internazionale, 11 settembre 2017

Una famiglia palestinese nel villaggio di Al Aujia, in Cisgiordania 8 aprile 2015. (Menahem Kahana, Afp)

I beduini della tribù Kaabneh sono tenuti lontani dai pascoli da 13 anni dal proprietario di un ranch illegale. Ma di recente insieme agli attivisti dell’ong israeliana Taayush e di quella italiana Operazione colomba hanno deciso di sfidare il selvaggio west, che può contare su pistole, soldati, bugie e il sostegno dello stato. Forse mi stanno mandando un messaggio, mi stanno invitando a chiudere la bocca? O sono solo paranoica e megalomane?

12/9/2017

“Europei, le vostre denunce non sono considerate da Israele una priorità. Dovete adottare sanzioni che provochino danni” scrive su Haaretz la nota giornalista israeliana

La giornalista israeliana Amira Hass

La giornalista israeliana Amira Hass

 Haaretz

Roma, 12 settembre 2017, Nena News – Olanda, Belgio e Francia: non è sufficiente condannare solo a parole la politica di distruzione da parte di Israele, che danneggia impianti e edifici finanziati con il denaro dei vostri contribuenti. Va bene che siate arrabbiati, ma il ritmo con cui si accumula la vostra rabbia rimane ampiamente in ritardo rispetto alla velocità ed al ritmo pericoloso dei bulldozer dell’Amministrazione Civile (il governo militare dei territori palestinesi occupati, ndt.) in Cisgiordania e delle forze di difesa delle colonie.

Haaretz, Sep. 5, 2017

 

there’s no way to maintain a moral, law-abiding society that’s fair and rational, while at the same time maintaining a horrible ghetto in the south and operating a dark tyranny in the east, a gloomy space controlled by an evil military dictatorship. There is no law there and no judge; everything is permissible and everything is forsaken, available for plundering and looting. From human life to human freedom, from a person’s property to his health, from utter contempt for a person’s rights to utter disdain for the image of God in which he was created.

Haaretz, 10/09/2017

 

Zionism,” Shaked said, “should not continue and will not continue to bow down to the system of individual rights interpreted in a universal way.” She called for grounding individual rights within a nationalist context in which national tasks, identity and history take preference over universal individual rights.

August 15, 2017

Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu at a Likud rally in Tel Aviv, August 9, 2017. (Tomer Neuberg/Flash90)
Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu at a Likud rally in Tel Aviv, August 9, 2017. (Tomer Neuberg/Flash90)

Mr. Netanyahu did state one essential truth, however: the world can bring an end to Israel’s occupation of Palestine.