Secondo la stampa israeliana, una giovane donna palestinese è stata uccisa poco fa dall’esercito israeliano dopo aver provato ad accoltellare, senza successo, un militare di Tel Aviv

Israeli army soldier aims his weapon at Palestinians during clashes in the West Bank city of Hebron

Roma, 13 febbraio 2016, Nena News – Una giovane donna palestinese è stata uccisa a Hebron. Secondo la versione israeliana, avrebbe tentato di accoltellare un soldato israeliano vicino alla moschea Ibrahimi, ma sarebbe stata subito freddata dagli spari dei soldati israeliani. Il ministero della salute palestinese ha confermato la morte della giovane, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Haaretz, Feb 01, 2016

A fraud squad investigation has revealed that 14 of 15 supposed real estate acquisitions made by Al-Watan, a company run by pro-settlement activist Ze’ev Hever and owned by the right wing Amana, were forged.

I bulldozer dello Stato ebraico sono entrati in azione a Khirbet Jenbah lasciando 12 famiglie (circa 80 persone) senza riparo. Si tratta del provvedimento più ampio eseguito in quella zona negli ultimi dieci anni.

  – Il Manifesto

Gerusalemme, 3 febbraio 2016, Nena News – L’esercito israeliano ha revocato il blocco di Ramallah attuato da domenica pomeriggio fino a ieri mattina, in risposta all’attacco compiuto da un agente della polizia palestinese (poi ucciso) vicino alla colonia di Bet El (tre soldati feriti). La situazione è migliorata per i movimenti della popolazione civile ma la tensione resta alta. In quella zona un ragazzo palestinese di 14 anni ieri è stato ferito gravemente dal fuoco di soldati israeliani a Jabal al Tawil, una località a ridosso dell’insediamento colonico di Psagot divenuta nelle ultime settimane uno dei principali punti di scontro tra militari e giovani palestinesi.

Palestine Monitor, February 02, 2016

 

“Once the settlers were hitting my son but the soldiers did nothing,” Imad adds. The stories of violence and harassment seem to be endless.

Ieri il 34enne Amjad Jaser Sukkar è stato ucciso al checkpoint di Beit El, dopo un tentato attacco. Oggi il 17enne Ahmad Hassan Tuba è morto mentre cercava lavoro in una colonia. Hamas prospetta uno scambio di prigionieri.

Ahmad Hassan Tuba, ucciso stamattina vicino Tulkarem (Fonte: Ma'an news)

Ahmad Hassan Tuba, ucciso stamattina vicino Tulkarem (Fonte: Ma’an news)

Roma, 01 febbraio 2016, Nena News – Due morti palestinesi in poche ore: le violenze nei Territori Occupati non cessano. Stamattina un giovane di 17 anni è stato ucciso dall’esercito israeliano vicino la colonia di Salit, a sud della città di Tulkarem, nel nord della Cisgiordania. Si tratta di Ahmad Hassan Tuba. Secondo i militari israeliani avrebbe tentato di entrare nella colonia con un coltello. Secondo fonti palestinesi, citate anche dal quotidiano israeliano Haaretz, stava scavalcando la rete per cercare un lavoro a giornata.